se non lo vedi, clicca qui!
Benvenuto su Wikisource!

Ciao Opallibriantichi, mi chiamo Aubrey e ti do il benvenuto su Wikisource, la biblioteca libera!

Per iniziare la tua collaborazione, leggi come prima cosa cos'è Wikisource, la pagina delle linee guida ed i manuali contenuti nella sezione aiuto. Se hai domande, dubbi o curiosità non esitare a chiedere al Bar, a un amministratore, a me o a qualsiasi utente vedessi collegato seguendo le ultime modifiche.

Buon lavoro e buon divertimento.


Ciao Claudio ;-), ti ringraziamo per averci scritto, le tue parole ci fanno molto piacere, anzi aprono un nuovo spiraglio per il progetto che anzi ora ha un nuovo amico ;-) Io non ho partecipato direttamente alla discussione, per definire alcuni dettagli e capire meglio aspetto gli altri che ne sanno più di me. Grazie davvero pèer la tua disponibilità! --Aubrey McFato 18:41, 25 ago 2008 (CEST)

Benvenuto anche da parte mia, ti metto il link alla discussione che hai aperto così da poterla raggiungere facilmente. Ciao, --Accurimbono (disc) 21:44, 25 ago 2008 (CEST)

Leopardi e BolognaModifica

Caro Claudio, entriamo subito nel vivo. Scorrendo l'elenco dei libri della tua meravigliosa biblioteca mi sono accorto che hai un'edizione dei versi di Leopardi stampati a Bologna. Sarebbe possibile, se è presente, recuperare anche l'edizione delle 10 Canzoni stampate nello stesso luogo con presentazione dell'autore? Ti ringrazio infinitamente, Xavier121|Talk 13:23, 30 ago 2008 (CEST)

Purtroppo non possediamo quell'edizione, ti chiederei però per eventuali prossime richieste di comunicare i dati bibliografici dell'opera, per permettermi di fare una ricerca puntuale. Sto documentandomi inoltre per quanto riguarda tutte le altre questioni sollevate (diritti sulle immagini e altro)... Grazie. Claudio (per firmati usa le 4 tilde in fondo alla pagina, Xavier121|Talk 19:37, 1 set 2008 (CEST))

WikisourceModifica

Caro Claudio, per ragioni di trasparenza ti invitiamo a leggere le linee guida di Wikisource, punto fondamentale per procedere e andare avanti in tutta sicurezza con la nostra collaborazione. Un saluto, Xavier121|Talk 12:37, 1 set 2008 (CEST)

Per approfondire il discorso e capire come ci stiamo movendo (non sopporto il dittongo!) ti consiglio di leggere qui e anche qui. Un caloroso saluto, Xavier121|Talk 19:44, 1 set 2008 (CEST)

OPALModifica

Caro Claudio Ruggeri, mi chiamo Andrea Zanni, non ci siamo ancora presentati per nome. Ti scrivo direttamente perchè l'opportunità che intravediamo è grande, e vogliamo tutti che vada a buon fine. Per questo vogliamo essere sicuri al 200% che i patti siano chiari, e speriamo anche l'amicizia lunga. La questione è, come forse avrai letto, relativamente semplice:

  • o il sito di OPAL dichiara, direttamente sul sito, che le immagini sono in pubblico dominio o CC-BY-SA o GFDL
  • oppure dobbiamo ricevere, attraverso una procedura che ti spiegherò, un'autorizzazione all'utilizzo di quelle immagini. Per questa seconda opzione ti darò riferimenti che conoscono molto bene la questione.

Ora, se tu sei il titolare dei diritti delle immagini di OPAL, le cose si fanno in fretta ed in amicizia;
se non lo sei, dobbiamo lavorare bene affinchè il titolare sappia cosa vogliamo e cosa c'è da fare. Se frequenti un po' Wikisource forse sai già quel che il nostro progetto fa e spero anche il come: siamo in pochi ma lavoriamo davvero con passione, ad maiorem Dei gloriam, cioè senza vedere il becco di un quattrino. Le nostre licenze libere però prevedono che un eventuale terzo possa venire e sfruttare commercialmente il nostro lavoro. Questo vuol dire che per esempio OPAL può prendere liberamente le trascrizioni già fatte, in maniera del tutto legale, dalle sue immagini. Comporta però anche che OPAL, se vuole essere così gentile da donare immagini, le doni con tutti i crismi, ciò si rispettino certe procedure. Dunque questo è il punto: forse il mio scetticismo mi fa sempre un po' dubitare davanti al fatto che un Università rilasci liberamente scansioni che sicuramente gli sono costate soldi, e non pochi. Se non fosse così, pronto a scusarmi di fronte a chiunque. Ma dato che noi un po' ci stiamo già facendo la bocca, non vorrei fosse una delusione, anche se in buona fede da parte di tutti. Sono disponibile per qualsiasi dubbio, i miei contatti puoi trovarli qui. Cordiali saluti, Aubrey McFato 21:21, 1 set 2008 (CES

Ciao Andrea Zanni,

ovviamente non sono il titolare delle immagini. Per dichiarare una formula di utilizzo delle immagini, che sia PD o GFDL o altro ... occorrerà tempo, in quanto dovremo sollecitare in tal senso altri organi dell'università ... Penso di poter rassicurare sulle trascrizioni. Per quanto riguarda le immagini non penso ci siano problemi ma purtroppo non sono io titolato a dirlo. Posso segnalare che sono già state utilizzate anche su pubblicazioni a stampa ... Il progetto è interno alla nostra biblioteca, è costato in ore lavoro (come "amanuense digitale") ma poco come attrezzature, e non è un progetto "ufficiale" dell'ateneo. Per ora mi limito a queste poche righe di risposta. A risentirci. Claudio Opallibriantichi (disc.) 10:51, 2 set 2008 (CEST)

Ti ringrazio molto per la disponibilitá. Se avrai bisogno di parlare con qualcuno di cose piú tecniche in materia di licene e autorizzazioni, ti inveieró il contatto di un nostro collaboratore competente in materia. Grazie davvero, Aubrey McFato 12:24, 2 set 2008 (CEST)

SaggioModifica

L'utente Snark ha segnalato questi 5 testi già tascritti integralmente dalla vostra biblioteca. Questo vuole essere un saggio per mostrare le qualità del nostro lavoro e le potenzialità del sistema:

Un affetuoso saluto, Xavier121|Talk 18:44, 2 set 2008 (CEST)

Aggiornamento: questo è un elenco dei testi che sono stati aggiunti dall'inizio di settembre, tutti trascritti dalla vostra biblioteca:
  1. Georgiche (Virgilio)
  2. Fedra (Giovanni Rosini)
  3. Narcissa (Pellegrino Gaudenzi)
  4. Il vaso di Pandora (Maria Fortuna)
  5. Il monte Berico (Giovanni Pindemonte)
  6. Lo specchio (Iacopo Vittorelli)
  7. Il ritratto‎ (Luigi Richeri‎)
  8. La morte di Florigella (Ridolfo Campeggi)
  9. Visione (Jacopo Sannazaro)
  10. La bellezza dell'universo (Vincenzo Monti)
  11. L'androgino (Angelo Mazza)
  12. L'origine delle leggi (Pietro Metastasio)
  13. Favola di Narciso (Luigi Alamanni)
  14. Il Genio di Pinerolo (Filippo Merlo)
Grazie mille per aver messo a disposizione di tutti le scannerizzazioni, e saluti! Snark (disc.) 11:21, 19 set 2008 (CEST)

Biblioteche fatte beneModifica

Le ho risposto al Bar. La ringrazio ancora per il commento: un feedback del genere da un professionista è un'ottima conferma per un progetto volontario ma ambizioso come il nostro. Personalmente, sarei estremamete interessato a sapere qualcosa di più del suo giudizio sul progetto, e più in generale sullo stato delle biblioteche digitali in Italia e fuori. L'esempio che ho riportato è un'ottimo caso di bibliotea digitale che ci è stato presentato a lezione: frequento un master biennale sulle biblioteche digitali (in questo momento sono ad Oslo), quindi per me è più di un hobby, a questo punto. Mi piacerebbe lavorare in questo campo, e Wikisource diventa, oltre un progetto che amo moltissimo, un fantastico laboratorio di sperimentazione. --Aubrey McFato 11:26, 10 ott 2008

Salve, ci davamo del tu nelle discussioni precedenti e permettimi di continuare così. Non sono un "professionista" ma solamente un modesto bibliotecario di una università statale, e da cosa mi dici ne saprai più tu di me di biblioteche digitali, visto che mi trovo incollato allo scanner come "amanuense digitale" per quasi tutta la giornata lavorativa ... Ciononostante qualche idea ogni tanto ce l'ho: permettimi di passarvela giudicandola con indulgenza, potrebbe essere una banalità o aria fritta ... P.e. Sui livelli di offerta di testi ("generazioni" di biblioteche digitali) 1. formato immagine 2. formato testo 3. ipertesto 4. testo interrogabile 5. testo scaricabile e visualizzabile su altro supporto (e-book)6. trasformazione dello sfondo e dei caratteri, trasformazione in viva voce del testo, etc. Penso che con l'organizzazione che avete dietro, potete permettervi di concepire la cosa anche in modo futuribile e dinamico, no? Opallibriantichi (disc.) 11:58, 10 ott 2008 (CEST)

Mi piacerebbe sapere meglio cosa intendi per testo interrogabile. Per il resto, ti do pienamente ragione, anche se sulla gerarchia io vedrei forse più importante la biblioteca ipertestuale, che secondo me è molto più complessa e potente dei testi scaricabili. Per quelli bisognerà fare una ricerca sulle estensioni del software MediaWiki, purtroppo lo sviluppo software è un'ulteriore campo che necessita di competenze e pazienza. Sul futuribile e dinamico, hai pienamente ragione: come forse avrai avuto modo di vedere, qui si va avanti giorno per giorno, implementando e sperimentando secondo le energie e le fantasie dei volontari. Ultimamente mi diverto molto a ricostruirmi le competenze bibliotecarie che non ho mai avuto, nei corsi che seguo si punta moltissimo al web semantico, e io cerco di capirne più che posso per poter trovare qualcosa di sfruttabile qui su Source. Le tue idee mi interessano molto, credo che in un campo così nuovo chiunque sia un pioniere, soprattutto quelli come te che sanno, sulla propria pelle, cosa vuol dire digitalizzazione. Sentiti pure libero di darci qualsiasi feedback o consiglio, sono sempre bene accetti. --Aubrey McFato 16:35, 10 ott 2008 (CEST)

Molto semplice, intendo un testo sul quale si possono fare ricerche per parole chiave, come nelle banche dati, testi indicizzati che di interrogano con google etc. Attenzione, ma mia non era una gerarchia, ma una diversità "funzionale" di entità che dialogano sul web. Opal p.e. è una primo livello perchè offre materiali base, semplici immagini di opere, Voi siete più "evoluti" perchè mettere a disposizione trascrizioni con tutta una serie di "funzioni" collegate. Ti "suggerivo" altri livelli di funzioni perchè, oltre alla teoria (interessante) del p.e. semantic web, ci sono tutti i futuri risvolti "pratici" (che magari non Vi interessano, però ...): immagina uno studente che deve preparare Leopardi per l'interrogazione odierna ... si scarica su un qualcosa come un palmare la lezione da wikipedia o i testi da Wikisource, se li legge sul bus, o, se questo è troppo intasato, si infila l'auricolare nell'orecchio e se li fa leggere magari con la voce di Benigni campionata, è futuribile ma sicuramente più concreta delle teorie di ranghanathan ... Saluti Opallibriantichi (disc.) 10:56, 13 ott 2008 (CEST)

Sono d'accordissimo.
Ci sono alcuni dubbi tecnici (per esempio, non so se sia possibile mettere inserire metadata, con un tag <meta, i.e, nelle pagine di Wikisource), ma spero che piano piano riusciremo a conoscere appieno i limiti e le potenzialità del software.
Credo che Wikisource possa aspirare a diventare una vera digital library, riconosciuta anche dalla comunità bibliotecaria, che è notoriamente piuttosto chiusa in questo settore :-)
Per questo mi interessano molto i tuoi spunti e le tue osservazioni. Inoltre sono un matematico di formazione, per me la teoria è molto importante: poi bisogna svilupparla, certo, ma è sempre meglio sondare tutte le possibili direzioni, l'ho sempre ritenuto utile, e credo a ragione. Ripeto, ritieniti libero di suggerire, (e sperimentare, se vuoi) idee, critiche o semplici feedback. Anche soluzioni tecniche sono assolutamente bene accolte ;-) --Aubrey McFato 13:32, 13 ott 2008 (CEST)

Lavori in CarsoModifica

Gioco di parole: siccome sto alle pendici del Carso Isontino, i miei lavori in corso sono anche, per definiziona, "Lavori in Carso".

Sto rapidamente prendendo possesso di tutti i tool necessari e sufficienti per trasformare un pdf a pagina doppia, come quelli di OPAL, in un file Djvu a pagine singole (possibili sia versioni ultracompatte in B/N che versioni a colori, da pochi Mby). Non è stato facilissimo ma la strada è aperta e penso di arrivare in pochi giorni a una procedura completamente automatica e "intelligente", facendo colloquiare tre diversi programmi: Nconvert per la estrazione delle immagini dal pdf; DjvuSolo per il montaggio delle immagini nel file djvu; Python sia per pilotare le fasi del processo, che per eseguire alcune parti della necessaria elaborazione grafica (ritaglio delle singole facciate ed altre cose del genere).

Ovviamente tutto quello che produrrò è implicitamente FreeSoftware e usa software free; sarei ben lieto di offrire qualsiasi chiarimento, se lo giudicherà interessante.... e GRAZIE per il suo lavoro all'interno di OPAL. --Alex brollo (disc.) 11:59, 11 apr 2009 (CEST)

Ho avuto un piccolo problema: seguivo il link che porta al sito vecchio, e non al nuovo, e tutti i link alle opere non funzionavano.
Ho scorso parecchie opere, e verificato che i miei programmi di conversione pdf->jpg funzionano bene. Ho verificato che per parecchie opere non è stato possibile orientare le pagine in modo perfetto, studierò il problema. Le chiedo - siccome non so assolutamente nulla di letteratura di quel periodo - un brevissimo elenco di opere che lei ritiene particolarmente interessanti, su cui eseguire i miei prossimi test. --Alex brollo (disc.) 00:46, 12 apr 2009 (CEST)

Salve e permettimi di darti del tu. Non sono un informatico e quindi non conosco e non riesco a comprendere bene i tipi di tools che usi per elaborare i testi all'interno di wikisource. Ti posso dire per intanto che seguirò gli sviluppi con interesse perchè penso che il vs. progetto sia complementare e integrativo delle risorse di opal. Il sito di riferimento è quello nuovo all'indirizzo www.opal.unito.it, quello vecchio è in smantellamento e funziona male. Le immagini sono delle scansioni senza fotoritocco (anche se ultimamente dispongo di photoshop) per ragioni di tempi di lavoro. Lavoro praticamente da solo e i tempi di scansione sono biblici, quindi non posso soffermarmi a ritoccare (e raddrizzare) le immagini dei singoli testi ... Anche io non sono un grande esperto di letteratura, ma da quello che posso capire praticamente tutto quello che vedi nel sito è di estrema importanza. Per il lavoro di test ti consiglio però i testi di teatro del 1500 - 1600. Perlopiù sono dei libretti non troppo grandi, 100 pagine o anche meno, che penso possano essere dei buoni banchi di prova per i tuoi esperimenti. Nella cartella del teatro ti consiglio di aprirli uno a uno: quando trovi un testo di non troppe pagine, che ti piace come impaginazione e caratteri, vai tranquillo perchè l'importanza c'è comunque. Per selezionare le priorità vi consiglierei però di affrontare la cosa delegando questo problema a esperti o approfondendo voi nei vari campi di competenza. Le scelte operative devono far parte di una vostra politica editoriale che vi caratterizzerà e sarà la vostra carta d'identità per quanto riguarda il materiale che metterete a disposizione del web (scusa le banalità ma era per dire che se ti dico brusoni girolamo o biondi, ti trovi di fronte dei testi di centinaia di pagine, con scansioni di pagine che possono dare problemi nel dividere le facciate e quindi lasciamoli stare in questa fase ...) Un cordiale saluto Opallibriantichi (disc.) 22:58, 13 apr 2009 (CEST)

Ben volentieri passo al tu. Edo mi ha segnalato alcuni lavori di Opal già trascritti da Snark, e quelli sono già trasformati in djvu e online. Per uno ho già travasato il contenuto dal testo la versione con pagina a fronte: Indice:La sciarada, appendice alle antiche poetiche.djvu; un primo esempio del file pdf di OPAL trasformato in djvu dopo il "tagio automatico" delle facciate. Xavier121 mi ha chiesto le opere di Autore:Aristofane, su cui sto lavorando. La routine gira perfettamente; risolve in modo grossolano ma funzionale - il problema di alcune pagine "sghembe": per questi libri è possibile predisporre il ritaglio, per ogni facciata, di più del 50% dell'immagine di originale. --Alex brollo (disc.) 01:24, 14 apr 2009 (CEST)

Tabella acquisizioniModifica

Controlla questa pagina e proponi nuovi testi. :D --Xavier121 15:55, 6 giu 2009 (CEST)

rispostaModifica

Salve,

ho risposto qui Candalùa (disc.) 21:25, 26 mar 2012 (CEST)

Grazie del commentoModifica

Grazie Claudio! Ho spostato il tuo graditissimo commento dalla pagina Progetto:Trascrizioni/Opal alla sua pagina di discussione. --Alex brollo (disc.) 10:44, 25 feb 2014 (CET)

Guardando il penultimo messaggio noto che ci ho messo ben 4 anni a partire come si deve.... non sono stato velocissimo, ma allora nemmeno immaginavo cosa si può fare, se si sanno alcuni trucchetti! :-) --Alex brollo (disc.) 11:05, 25 feb 2014 (CET)