WIKISOURCE, la biblioteca libera

Testo in evidenza

Scarica in formato ePub Crystal Clear app kdict.png  Il Dio dei viventi 100 percents.svg  di Grazia Deledda (1922), Milano, Fratelli Treves, 1922

Grazia Deledda 1926.jpg
Iddio non è Dio del morti, ma Dio del viventi.
Marco, XII.

Le cose erano andate come la famiglia Barcai sperava. Il fratello maggiore, Basilio, scapolo ma padre di un figlio illegittimo, era morto senza lasciare testamento. Così i suoi beni tornavano al fratello minore Zebedeo; il patrimonio Barcai si ricomponeva come ai tempi del vecchio nonno il quale aveva costretto due suoi figliuoli a farsi preti e una figlia a non prendere marito perchè i suoi beni non andassero divisi.

E la tradizione prometteva di continuare perchè Zebedeo non aveva che un figlio e la gente diceva che quel figlio era rimasto unico per volontà dei genitori nella speranza appunto che lo zio morisse scapolo.

Le cose erano dunque andate come si prevedeva e la gente, data la tradizione dei Barcai, non si meravigliava della poca coscienza di Basilio, il quale non aveva lasciato nulla al figlio, e che d’altronde era morto d’improvviso d’un male al cuore da lui sempre trascurato.

v · mUltimi arrivi

Ultimi testi riletti

Ultimi testi trascritti



Leggi in un'altra lingua