se non lo vedi, clicca qui!
Benvenuto su Wikisource!

Ciao Mimidellaboheme, un saluto di benvenuto su Wikisource, la biblioteca libera!

Per iniziare la tua collaborazione, leggi come prima cosa cos'è Wikisource, la pagina delle linee guida ed i manuali contenuti nella sezione aiuto. Se hai domande, dubbi o curiosità non esitare a chiedere al Bar, a un amministratore o a qualsiasi utente vedessi collegato seguendo le ultime modifiche.

Buon lavoro e buon divertimento da tutti i wikisourciani.


Naturalmente benvenuto anche da parte mia e se avessi bisogno non esitare a contattarmi. εΔω 22:11, 14 ago 2019 (CEST)

TeatroModifica

Come puoi vedere dai miei contributi, da tempo mi occupo quasi solo di testi teatrali, dove sto sperimentando delle grosse novità.

Sarebbe possibile convertire il codice da questo:

<poem>


{{vc|{{sc|giasone}}}}

Clje avvenne? Anche me, forse, uccider vuole?

{{vc|{{sc|coro}}}}

Spenti fúr dalla madre i figli tuoi!

{{vc|{{sc|giasone}}}}

Ahimè, che dici! Tu m’uccidi, o donna!
...

a questo:

<poem>
;giasone
Clje avvenne? Anche me, forse, uccider vuole?
;coro
Spenti fúr dalla madre i figli tuoi!
;giasone
Ahimè, che dici! Tu m’uccidi, o donna!
...

e si potrebbe farlo con una singola "passata di bot". Nel frattempo, ho creato le pagine ns0 "per vedere come viene"; attenzione: niente righe vuote dopo <poem> nè prima di </poem>; al massimo una riga vuota prima di <poem> per staccarla un po' da RigaIntestazione. Altrimenti i versi si "staccano" fra pagina e pagina. Dovrebbe diventare un'abitudine controllare subito "come viene" anche in ns0 e regolarsi. Alex brollo (disc.) 21:49, 31 ott 2019 (CET)

@Alex brollo Bene, provo anch'io, qui: Sofocle III, Elettra. Ma che cos'è ns0? Mimì
no no, scusa, non Elettra, quella è già trascritta. Adopero Medea. In questa pagina: Mimì Prove e appunti.

A fondo in templatestyles: analisi di MedeaModifica

Abbiamo cominciato ad applicare templatestyles a Medea; cerco di usare questo caso (e il triste effetto collaterale da una imprudente modifica del template Vc) per spiegarti l'ambaradan. Vediamo in particolare il caso del template Vc e della sua "nuova vita".

Prima della modifica, Vc aveva, nel suo codice, un po' di css esplicito, attraverso l'attributo style="....". Naturalmente. ogni modifica del parametro nel template ne cambiava il comportamento dovunque il template fosse usato (da qui il motivato lamento di @OrbiliusMagister)

Adesso invece accetta anche un eventuale parametro c=classe, e in questo caso ignora completamente il contenuto del parametro style. Ma.... se da qualche parte è definito un css per classe, e questa definizione è incorporata nella pagina, allora Vc si formatta con lo stile css previsto per la classe. Non solo: il css associato alla classe può variare, a seconda delle eventuali diverse formattazioni previste nel css che viene caricato nella pagina; e attribuendo al parametro c=classe una classe diversa, si comporta in maniera diversa.

Vediamo Template:TemplateStyle/teatro7.css. Il codice viene caricato da RigaIntestazione, quando RigaIntestazione contiene anche un parametro s=si (che significa: applica templatestyle alla pagina). Quale templatestyle? Quello registrato nella pagina Indice con il codice StileTeatro:teatro7.

Guardiamo il codice di Template:TemplateStyle/teatro7.css. Al momento definisce il css per tre classi: la classe poem, la classe vc, la classe ids. Il css previsto per la classe poem viene applicato ad ogni <poem> per default (gli elementi poem hanno una classe poem implicita). Il css per la classe vc viene applicato a qualsiasi elemento di classe vc. Idem per la classe ids (indicazione di scena). Se invece di Template:TemplateStyle/teatro7.css venisse indicato un templatestyle diverso, allora verrebbe applicato il css previsto per quelle classi nel codice del diverso template. IL tutto, senza mai modificare il comportamento del template Vc, in cui il parametro c=classe non esista.

Nota che:

  1. non serve più il template Sc per il maiuscoletto per i personaggi;--Alex brollo (disc.) 13:05, 2 nov 2019 (CET)
  2. un paio di comandi memoRegex sistemano il codice di Vc adeguandolo alle novità; basta chiamare postOCR (spero che tui abbia attivato, fra i gadget, sia "Strumenti per la rilettura" che memoRegex).

Pagine problematicheModifica

Ciao, mi stavo chiedendo perché segnali Pagina:Tragedie di Euripide (Romagnoli) II.djvu/336 (e altre simili) come problematiche? Per il greco? Basta sostituire il pezzo in greco con {{Greco da controllare}} ed il gioco è fatto: i nostri brillanti grecisti passeranno dietro di te a trascrivere. --Ruthven (msg) 18:58, 20 dic 2019 (CET)

@Ruthven :-) Ciao! Hai ragione, faccio un uso improprio dei livelli sal. In alcune pagine sono richiesti più livelli di intervento, come nelle pagine "note" con note separate e a volte devo interrompere quando il sal non è completo, in questo caso il 50% diventa un segnalibro promemoria. Se invece cerco la suddivisione in canti le formatto a metà (50%), anche in questo caso li uso come segnalibri. In ogni caso sono cose cominciate e in attesa di conclusione o di un suggerimento esterno. Grazie, ancora. Mimì( dimmi, dai! ) 20:44, 20 dic 2019 (CET)

Aimè, altro problema di pagine su EuripideModifica

C'è un altro mismatch, molto fastidioso, nello stesso indice Indice:Tragedie di Euripide (Romagnoli) IV.djvu, nella zona della pag. 144 del libro. Sto cercando di capire. Me ne sono accorto mentre sistemavo le note separate. Vediamo se rimedio senza impazzire... Mi spiace che tu ti sia imbattuta in un testo così difficile e pure problematico. :-( --Alex brollo (disc.) 22:44, 11 gen 2020 (CET)

Sistemato; solo da spostare tre pagine. Corretta anche la transclusione. Per incomprensibili motivi la sequenza della pagine del libro nel djvu era 141,144,142,143,145. --Alex brollo (disc.) 23:11, 11 gen 2020 (CET)

Io sono l'ultimo...Modifica

...adatto a offrire suggerimenti. Però un paio te li racconto. Finito il pippone di cui al bar, avevo pistolato -ma tanto per fare, non ho intenzione di continuare- un paio di pagine di Euripide. 1° suggerimento: i nomi in maiuscoletto che ovviamente iniziano per maiuscolo metti pure il maiuscolo dentro l'Sc così ottieni Andromaca e non andromaca; 2°) mi ha incuriosito come hai ottenuto il corsivo. Non hai usato il doppio apostrofo (tasto con punto interrogativo) come si fa in tutta Wiki, esempio doppio apostrofo = corsivo che è tanto comodo e veloce e non hai usato il metodo di evidenziare il testo da corsivare e poi usare il classico Ctrl+i che dà lo stesso risultato del doppio apostrofo. Usare i tag è più lungo e credo che sia perfino disapprovato (credo). Però libertà per quanto mi riguarda, eh! Salum --Silvio Gallio (disc.) 21:46, 15 gen 2020 (CET)

@Silvio Gallio. :-) Silvio! Grazie. I suggerimenti sono sempre ben accetti. Come hai potuto vedere non sono espertissima, ma a volte vado avanti da sola per non essere assillante con quelli che hanno ben altro da fare. Cerco di orientarmi con i vari Aiuto, ma non sempre azzecco i paragrafi giusti, forse scelgo parole chiave non adatte, è anche una questione di ignoranza del linguaggio specifico. Non farti scrupolo perciò, e sappi che sei entrato nella lista di quelli che contatterò nel caso avessi dei dubbi. Mimì( dimmi, dai! ) 07:09, 16 gen 2020 (CET)
P. S. Però non ricordavo che nelle tragedie di Euripide è stato modificato il regex in modo da centare meglio il verso e adattare le dimensioni del personaggio all'insieme in modo che risulti più equilibrato e conforme al cartaceo. Questo è avvenuto da un certo momento in poi perciò troverai differenze di formattazione tra una tragedia e l'altra mentre viene mantenuta l'uniformità all'interno della stessa tragedia. In alcune si usa l' sc, nelle ultime il vc con c= vc. Esempio: Pagina:Tragedie di Euripide (Romagnoli) IV.djvu/43. Mimì( dimmi, dai! ) 08:00, 16 gen 2020 (CET)
Ahia! Hai beccato quello sbagliato per info "pesanti"; ad esempio il regex so che esiste... e basta! Ergo sie più informata di me :D. Qui ci sono due (almeno) livelli. Per il livello base valgono gli help anche di Wikipedia (che sono molto approfonditi) tipo il due apostrofi (tre per il neretto, cinque per il neretto corsivo) e così via. Invece per le cose più specificamente Sourciane, beh, temo dovrai rivolgerti "in alto" perché io ho smesso di imparare (Ho anche altri interessi, fuori di qui, e se non uso i devices con assiduità mi perdo e devo re-imparare). Tu comunque se serve- prova a scrivere non si sa mai che ci prenda! :D --Silvio Gallio (disc.) 11:12, 16 gen 2020 (CET)