Pagina:Leonardo - Trattato della pittura, 1890.djvu/387


615. Che le ombre debbono sempre partecipare del colore del corpo ombroso

616. Delle cose bianche remote dall'occhio

617. Delle ombre delle cose remote e lor colore

618. Delle ombre, e quali sono quelle primitive che saranno più oscure sopra il suo corpo

619. Qual parte della superficie di un corpo s'imprime meglio del colore del suo obietto

620. Qual parte della superficie di un corpo ombroso sarà dove i colori degli obietti si mischiano

621. Qual parte è di mediocre ombra nella superficie di un corpo ombroso

622. Qual parte della superficie illuminata sarà di maggior chiarezza

623. Qual ombra principale nelle superficie de' corpi avrà minore o maggior differenza delle parti luminose

624. Delle ombre fatte nelle parti ombrose de' corpi opachi

625. Qual corpo piglia più quantità di ombra

626. Qual corpo piglia più quantità di luce

627. Qual corpo piglia più oscura ombra

628. Della qualità dell'oscurità delle ombre

629. Dell'ombra delle verdure de' prati

630. Precetto di pittura

631. Delle ombre che non sono compagne della parte illuminata

632. Del lume de' corpi ombrosi che non sono quasi mai del vero colore del corpo illuminato

633. Come son le ombre per lunga distanza

634. Della larghezza delle ombre, e de' lumi primitivi

635. Delle maggiori o minori oscurità delle ombre

636. Dove le ombre ingannano il giudizio che dà sentenza della lor maggiore o minore oscurità

637. Dove i lumi ingannano il giudizio del pittore

638. Dell'ombra ne' corpi

639. Delle qualità di ombre e di lumi

640. Delle ombre e lumi, e colori

641. De' lumi ed ombre, e colori di quelli

642. Dell'ombra e lumi negli obietti

643. De' termini insensibili delle ombre

644. Delle qualità de' lumi ed ombre ne' corpi ombrosi

645. Delle dimostrazioni de' lumi e delle ombre

646. De' lumi

647. De' lumi ed ombre

648. De' lumi ed ombre che di sè tingono le superficie delle campagne

649. Del lume derivativo

650. De' lumi

651. Di illuminazione e lustro

652. Di ombra e lume

653. Di ombra e lume

654. De' lumi ed ombre

655. Di ombra e lume

656. Esempio

657. Di ombre e lumi

658. De' lumi infra le ombre

659. Del chiaro e scuro

660. Del chiaro e scuro

661. Delle quattro cose che si hanno da considerare principalmente nelle ombre e ne' lumi

662. Della natura del lume illuminatore de' corpi ombrosi

663. De' lumi universali sopra i corpi puliti

664. De' corpi ombrosi i quali son puliti e lustri

665. Come i corpi circondati da lume universale generano in molte parti di sè i lumi particolari

666. Delle ombre e lumi co' quali si fingono le cose naturali

667. Delle ombre, ed in quali corpi non possono essere di gran potenza di oscurità, e così i lumi

668. Del lume particolare del sole o di altro corpo luminoso

669. Del lume universale dell'aria dove non percuote il sole

670. Dell'universale illuminazione mista colla particolare del sole o di altri lumi

671. Dell'ombra media, la quale s'interpone infra la parte illuminata e l'ombrosa de' corpi