Pagina:Bandello - Novelle. 4, 1853.djvu/404

406 indice
Novella IX. Romilda duchessa del Friuli s’innamora di Cancano re de’ Bavari, che il marito ucciso le avea. Si accorda seco di dargli la citta, se la piglia per moglie. Il fine di lei è degno della sua sfrenata lussuria 
» 300
— X. Alfonso re di Spagna repudia la moglie, non potendo aver figliuoli, e sposa un’altra. Ma avanti le nozze, la prima moglie si trova gravida; onde Alfonso ripiglia la prima, e marita questa seconda nel proprio di lui fratello 
» 305
— XI. Francesco da Carrara, signore di Padova, si innamora di una sua cittadina, e la gode. La moglie di Francesco se ne avvede, e il dice al marito della innamorata del signore; e con lui accordata, amorosamente si godono 
» 308
— XII. Eccelino I da Romano, cognominato Balbo, rapisce una giovane promessa a un suo nipote: onde grandissimi incendii. morte di uomini, e rovine di molte castella ne seguirono 
» 314
— XIII. Cassano re della Tartaria, veggendo un manifesto miracolo, si converte con tutti i suoi alla fede cristiana 
» 318
— XIV. Bella astuzia del duca Galeazzo Sforza a ingannare uno de’suoi consiglieri, di cui godeva amorosamente la moglie 
» 322
— XV. Uno scolare, in un medesimo tempo, in un istesso letto, gode due sue innamorate; e l’una non si accorge dell’altra 
» 325
— XVI. Guglielmo duca di Aquitania, persecutore de’ cattolici, alla fine pentito de’suoi peccati abbandona il ducato, e incognitamente va peregrinando e facendo penitenza, e se ne muore santo 
» 330
— XVII. Castigo dato a Isabella Luna meretrice. per inobbedienza ai comandamenti del governatore di Roma 
» 341
— XVIII. Fece il Gonnella una brutta paura al marchese Niccolò di Ferrara, liberandolo dalla quartana; il quale con un’altra paura volendo beffare esso Gonnella, fu cagione della morte di quello 
» 344


— XIX. Prodezza mirabile di una giovanetta in ser-