Apri il menu principale

Pagina:Le opere di Galileo Galilei VII.djvu/522

514 dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo.
Semplice trasposizion di parti può rappresentarci i corpi sotto diversi aspetti ||
 65
La sfera, benché materiale, tocca ’l piano materiale in un sol punto ||
 230
Perchè la sfera in astratto tocchi il piano in un punto, ma non la materiale e in concreto ||
 233
Quale debba stimarsi la sfera dell’universo ||
 353
Sfera di attività ne i corpi celesti maggiore che negli elementari ||
 99
Sfericità perfetta perchè si ponga da i Peripatetici ne i corpi celesti ||
 109
Si mostra la necessità dell’essere i capi degli ossi mobili tutti rotondi, ed i moti degli animali tutti circolari ||
 283
Simpatia e antipatia termini usati da i filosofi per render facilmente le ragioni di molti effetti naturali ||
 436
Si risponde all’instanza, mostrando l’equivoco ||
 200
Si risolve l’instanza presa da i tiri d’artiglieria verso mezogiorno e tramontana ||
 204
Si risponde alle prime tre opposizioni contro al sistema Copernicano ||
 363
Sistema Copernicano difficile a intendersi e facile a effettuarsi ||
 416
Soluzione dell’instanza presa da i tiri verso levante e verso ponente ||
 206
Sottigliezze assai insipide ironicamente dette, cavate da certa enciclopedia ||
 199
Gli spazii passati dal grave cadente sono come i quadrati de i tempi ||
 248
Lo spazio assegnato per una fissa è molto minore di quello d’un pianeta ||
 397
Specchi piani mandano la reflessione in un luogo solo, ma gli sferici per tutto ||
 98
Stazione, direzione e retrogradazione si conosce in relazione alle stelle fisse ||
 409
Provasi come poco è da fidarsi degli strumenti astronomici nelle minute osservazioni ||
 414
Quali strumenti siano atti per l’osservazioni esattissime ||
 414
Strumenti astronomici son sottoposti a errar facilmente ||
 314
Strumenti di Ticone fatti con grandi ispese ||
 414