Elettra (Sofocle)/Lamentazione

../Primo episodio

../Terzo episodio IncludiIntestazione 12 novembre 2019 100% Da definire

Sofocle - Elettra
Traduzione dal greco di Ettore Romagnoli (1926)
Lamentazione
Primo episodio Terzo episodio

[p. 50 modifica]Tragedie di Sofocle (Romagnoli) III-0053.png


LAMENTAZIONE

coro
Strofe I
Dove sono ora di Giove i folgori, dove del Sole la fiammea face,
se tali orrori mirano in pace?
elettra
Ahimè, ahi!
corifea
Figlia, che lagrimi?
elettra
Ahimè!

[p. 51 modifica]

corifea
Non levar tali gridi!
elettra
Tu m’uccidi.
corifea
Perché?
elettra
Se in quelli a sperare m’esorti
che all’Ade già scesero morti:
su me che mi struggo, tu aggravi il tuo pie’.
corifea
Antistrofe I
So bene d’Anfïarao sovrano1, che dalle donne fu in lacci avvolto
d’oro, e sotterra regna sepolto....
elettra
Ahimè, ahi!
corifea
Pieno ancor d’anima.

[p. 52 modifica]

elettra
Ahimè.
corifea
Ahi, sí, ché la cattiva....
elettra
Alcun puniva.
corifea
Cosí.
elettra
Lo so: giunse alcuno a vendetta
del gramo: per me poveretta
niun v’è: chi viveva la morte rapí.
corifea
Strofe II
Sí, misera sei fra le misere.
elettra
Anch’io lo so, troppo lo so:
ché ogni dí la mia vita raccoglie
odiose terribili doglie.

[p. 53 modifica]

corifea
Sappiam di che tu lagrimi.
elettra
E dunque, piú sospingere
là non volermi....
corifea
                           Dove?
elettra
Dove per me derelitta, speranza
del nobile fratel piú non avanza.
corifea
Antistrofe II
Governa il Destin tutti gli uomini.
elettra
Cosí, da restar fra le redini
nelle rapide gare irretito,
come a quell’infelice è seguito?
corifea
Fu lutto immensurabile!

[p. 54 modifica]

elettra
Come no? Dalla patria
lungi, dalle mie mani....
corifea
Ahimè!
elettra
Chiuso nell’arme fu né — m’ebbe accanto
per seppellirlo — senza onor di pianto.


Tragedie di Sofocle (Romagnoli) III-0057.png

Note

  1. [p. 248 modifica]Anfiarao, costretto dalla moglie Erifile a partecipare alla spedizione dei Sette contro Tebe, nel ritorno trovò la morte; [p. 249 modifica]ma anche nell’Averno conservò tanto potere da ispirare al figlio Alcmeone la vendetta della sua morte.