Catullo e Lesbia/Traduzione/Parte prima. Amore ed illusione/3. Quinzia e Lesbia - LXXXVI In Quintiam et Lesbiam

../2. In morte del passere - III Finis passeris

../4. A Lesbia - V Ad Lesbiam IncludiIntestazione 22 dicembre 2015 75% Da definire

Traduzione - 3. Quinzia e Lesbia - LXXXVI In Quintiam et Lesbiam
Traduzione - 2. In morte del passere - III Finis passeris Traduzione - 4. A Lesbia - V Ad Lesbiam

[p. 159 modifica] [p. 160 modifica]

[LXXXVI]

IN QUINTIAM ET LESBIAM.


Quintia formosa est multis; mihi candida, longa,
     2Recta est; hæc ego sic singula confiteor.

Totum illud formosa nego; nam nulla venustas,
     4Nulla in tam magno corpore mica salis.

Lesbia formosa est; quæ cum pulcherrima tota est,
     6Tum omnibus una omnes subripuit veneres.





[p. 161 modifica]

3.

QUINZIA E LESBIA.


Quinzia a molti par bella; anche a me sembra
     2Che bianca sia, che grandi abbia le membra,

Ma bella no: donna cotanta e tale
     4Non ha, se il cerchi, un granellin di sale.

La bella è Lesbia; e tante grazie aduna
     6Che a l’altre donne non ne lascia alcuna.