Su l'alto

Giovanni Prati

Olindo Malagodi 1876 Indice:Prati, Giovanni – Poesie varie, Vol. II, 1916 – BEIC 1901920.djvu sonetti Su l'alto Intestazione 23 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Senza lui Dopo il naufragio
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta XIII. Da 'Psiche'
[p. 204 modifica]

LVII

SU L’ALTO

Mcntr’io su questa scheggia orrida siedo,
sale Febo solingo il firmamento:
morta intorno è la selva, e morto il vento,
o il vedere e l’udir piú non possiedo.
I corni de’ pastor squillano, io credo,
laggiú nel pian; ma gli echi io non ne sento:
snoda il fiume la sua riga d’argento;
ma un candor senza moto, altro i’ non vedo.
Fu man le gomme del silvestre pino,
stride il falco da’ sassi; ed io domando
a la Pace infinita il mio destino.
E mi risponde: — Il tuo destin lo sai:
su l’ala eterna del pensier vagando,
cercarmi sempre e non trovarmi mai. —