Giovanni Prati

Olindo Malagodi 1876 Indice:Prati, Giovanni – Poesie varie, Vol. II, 1916 – BEIC 1901920.djvu sonetti XX Riposo Intestazione 23 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Proteo Dicono
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta XIII. Da 'Psiche'
[p. 183 modifica]

XX

RIPOSO

O traversando le romite strade,
o misurando il portico ventoso,
ogn’alto spettro, che in pensier mi cade,
vesto di note. E m’è divin riposo
la soave mestizia che m’invade,
mista a la gioia dei lavor nascoso:
onde l’Imo salir, mentre il piò rade,
panni a le nozze ascree, delfico sposo.
Altri voli in quadriga, altri la dura
prema polve de’ campi : io non agogno
che un raggio de la grande attica fola.
E cosi l’opra nel pensier matura:
l’opra, die vive, come un dolce sogno,
a lusingar la breve ora clic vola.