Giovanni Prati

Olindo Malagodi 1876 Indice:Prati, Giovanni – Poesie varie, Vol. II, 1916 – BEIC 1901920.djvu sonetti Dicono Intestazione 23 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Riposo Povero pazzo!
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta XIII. Da 'Psiche'
[p. 184 modifica]

XXI

DICONO...

Contemporaneo e Postero son gente,
dicono, d’alto bordo e che ci vede:
e il primo è spesso un mariuol che mente,
e l’altro un ciuco che gli presta fede.
Batte la Morte, dicono, al potente
maniero e al casolar con equo piede:
ma il mortorio si fa diversamente
ai duo raccolti da diversa sede.
11Ver, dicono, alberga in camposanto:
e i’ non ho Ietto mai, come sull’urna,
tante vane bugie sparse di pianto.
Raggio c la Gloria, dicono, che splende
sul sasso ai morti. O lucciola notturna,
come altèro esser dee chi in man ti prende!