Apri il menu principale
../La bandiera del collegio Alighieri di Messina

../Chi sa? IncludiIntestazione 7 novembre 2012 100% Da definire

Dal 1896 - La bandiera del collegio Alighieri di Messina Dal 1896 - Chi sa?
[p. 135 modifica]
IL MURATORE DI RITORNO1



Veniva da terra straniera,
tornava alla terra natale.
Dov’era? Chi era?
                    Al capo aveva tanto male,
                    5e non si ritrovava più.


Voleva per oggi sua mamma:
per oggi! Era tardi, domani.
Il capo era in fiamma.
                    Glielo stringesse tra le mani,
                    10sicchè non gli dolesse più.


Fremeva una macchina. Pronti!
Si andava con quella al paese.
— Lasciate che monti —
                    egli gridava a braccia tese
                    15— se no, non arriverò più. —

[p. 136 modifica]



Gridava: — Ho mia madre che... ― quando
si mossero i lunghi stantuffi.
Il treno fischiando
                    partì dicendo coi suoi sbuffi:
                    20mai più! mai più! mai più! mai più!


Aveva sul cuore il coltello
col quale mangiava il suo pane.
Sentiva un rovello,
                    sentiva dentro il suo cuore un cane
                    25che lo mordeva sempre più.


Nel cuore era il morto suo padre
con ringhi di rabbia e vendetta.
E c’era sua madre!
                    lontana! povera! soletta!
                    30che piano gli gemea: Mai più?


Suo padre il coltello gli mise
nel pugno. — Ma prendilo: uccidi! —
E uccìse! ah! che uccise!
                    Sua madre gli gettò due gridi:
                    35— Mai più! non ti vedrò mai più! —

Bologna, 1906.

Note

  1. [p. 234 modifica]è ricordato il fatto di quel giovane muratore emigrato, figlio di padre alcoolizzato, tenerissimo della madre povera e lontana, che fu preso da un accesso di pazzia furiosa, e uccise, alla stazione di Milano, il giovane figlio dell’on. Zavattari, mentre cercava di frenarlo.