Necessitas

Giovanni Prati

Olindo Malagodi 1876 Indice:Prati, Giovanni – Poesie varie, Vol. II, 1916 – BEIC 1901920.djvu sonetti Necessitas Intestazione 23 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Silentium Misure del tempo
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta XIII. Da 'Psiche'
[p. 228 modifica]

CVI

NECESSITAS

Non per lamento da la dura fossa
corcata spoglia si rileva al sole;
né, per fumar d’olibani o viole,
anima dal tenace Orco è rimossa.
Termine è questo delle nostre fole:
por nell’umida terra un carco d’ossa.
e non lasciar dell ’ultima percossa
che una breve memoria in chi si dole.
Breve memoria: ché una forza arcana
agita il mondo, e fin traverso i campi
funebri passa la faccenda umana.
Chi bada ai morti? Un’affrettata gente
trae l’igneo carro; e a l’igneo carro inciampi
giá non fan poche foglie a terra spente.