Le rime di M. Francesco Petrarca/Sonetto XVII

Sonetti

../Sonetto XVI ../Sonetto XVIII IncludiIntestazione 7 dicembre 2013 100% Sonetti

Sonetto XVI Sonetto XVIII

[p. 12 modifica]

SONETTO XVII.


SOn’ animali al mondo di sì altera
     Vista che ’ncontra ’l Sol pur si difende:
     Altri, però che ’l gran lume gli offende,
     4Non escon fuor se non verso la sera:
Ed altri, col desio folle; che spera
     Gioir forse nel foco, perchè splende;
     Provan l’altra virtù, quella che ’ncende.
     8Lasso, il mio loco è ’n questa ultima schiera;
Ch’i’ non son forte ad aspettar la luce
     Di questa Donna, e non so fare schermi
     11Di luoghi tenebrosi, o d’ore tarde.
Però con gli occhi lagrimosi, e ’nfermi
     Mio destino a vederla mi conduce:
     14E so ben, ch’io vo dietro a quel che m’arde.