Labuntur anni

Giovanni Prati

Olindo Malagodi 1876 Indice:Prati, Giovanni – Poesie varie, Vol. II, 1916 – BEIC 1901920.djvu sonetti Labuntur anni Intestazione 23 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Memorie Umano lamento
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta XIII. Da 'Psiche'
[p. 191 modifica]

XXXIII

LABUNTUR ANNI

Un vento nero, vestito di morte,
un vento nero mi spira d’intorno,
e mi contrista ogni ameno soggiorno,
c piú lo fuggo, m’incalza piú forte.
De lore liete, che fúr le piú corte,
quel vento nero mi sbarra il ritorno;
ne mai si cheta per lume di giorno,
anzi ogni notte mi picchia a le porte.
Et! una notte (deh! questo si faccia)
rotti i serrami, entrerá discortese
quel vento nero per darmi paura.
Ma gli dirò con aperte le braccia:
— Eccomi pronto a mutar di paese:
portami, o vento, a la mia sepoltura. —