Apri il menu principale
XXIX. Di Gobiam (Cobinan)

../XXVIII ../XXX IncludiIntestazione 16 settembre 2018 75% Da definire

XXIX. Di Gobiam (Cobinan)
XXVIII XXX
[p. 34 modifica]

XXIX (XXXIX)

Di Gobiam (Cobinan).

Gobiam è una grande cittá, e adorano Malcometto. Egli hanno ferro e acciaio e andanico assai1; quivi si fa la tuzia e lo spodio, e dirovvi come. Egli hanno una vena di terra la quale è buona a ciò, e pongonla nella fornace ardente, e in sulla fornace pongono graticole di ferro, e ’l fummo di quella terra va suso alle graticole, e quello che quivi rimane appiccato è tuzia, e quello che rimane nel fuoco è spodio. Ora andiamo oltre.

  1. Ricc. Cas. e li se fa multi spechi de azaro molto belli e grandi, e li se fa la tucia ch’è bona ali ocli.