Il Canzoniere (Bandello)/Alcuni Fragmenti delle Rime/LXXXIII - In questo seno di Pozzuolo e Cume

LXXXIII - In questo seno di Pozzuolo e Cume

../LXXXII - È questo il glorïoso, sacro e altiero ../LXXXIV - Il gran terror di Roma Mitridate IncludiIntestazione 5 maggio 2009 75% Poesie

LXXXIII - In questo seno di Pozzuolo e Cume
Alcuni Fragmenti delle Rime - LXXXII - È questo il glorïoso, sacro e altiero Alcuni Fragmenti delle Rime - LXXXIV - Il gran terror di Roma Mitridate

 
In questo seno di Pozzuolo e Cume,
e dove Baie fur cosí nomate,
quant’alme, quante stanze giá son state,
ch’ebber di fama glorïoso lume!

Il tempo fa che ’l tutto si consume,5
le vite e ancor le cose inanimate;
resta la fama, e bene spesse fiate
chi non l’aíta ha di morir costume.

Che val teatri far, alzar colossi,
forar i monti e porre al mar il freno,10
e soggiogar paesi e spander l’oro?

In breve tempo il tutto verrá meno,
se li purgati ingegni non son mossi
a dargli vita con gli scritti loro.