Di marzo vi riposo in tal maniera

Cenne da la Chitarra

Aldo Francesco Massera XIII secolo/XIV secolo Indice:AA. VV. – Sonetti burleschi e realistici dei primi due secoli, Vol. I, 1920 – BEIC 1928288.djvu sonetti Di marzo vi riposo in tal maniera Intestazione 23 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Di febbraio vi metto in valle ghiaccia Di aprile vi do vita senza lagna
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta XVII. Cenne dalla Chitarra d'Arezzo
[p. 177 modifica]

IV

Marzo.

Di marzo vi riposo in tal maniera:
in Puglia piana, tra molti lagoni,
e ’n essi gran mignatte e ranaglioni;
4poi eia mangiar abbiate sorbe e pera,
olio di noce veglio, mane e sera,
per far cal degli, arance e gran cidroni;
barchette assai con remi e con timoni,
8ma non possiate uscir di tal riviera.
Case di paglia con diversi razzi;
da bere, vin gergon, die sia ben nero;
11letta di schianze e di gionehi piumazzi.
Tra voi, signori, sia un priete fèro,
che da nessun peccato vi dislazzi;
14per ciascun luogo v’abbia un munistero.