Catullo e Lesbia/Traduzione/Parte terza. Riconciliazione/21. - LX

../20. A Quinzio - LXXXII Ad Quinctium

../22. Ad Alfeno - XXX Ad Alphenum IncludiIntestazione 6 febbraio 2016 75% Da definire

Traduzione - 20. A Quinzio - LXXXII Ad Quinctium Traduzione - 22. Ad Alfeno - XXX Ad Alphenum
[p. 210 modifica]

[LX]


Num te leæna montibus Libyssinis,
Aut Scylla latrans infima inguinum parte,
Tam mente dura procreavit ac tetra,
Ut supplicis vocem in novissimo casu
Contemptam haberes? O nimis fero corde!




[p. 211 modifica]

21.


Nato di donna tu? tu di sì dura
     Anima, che a la mia supplice voce
     3Non porgi ascolto in tanta ria sciagura?

Te, di sì ferreo cor, Scilla feroce
     Che giù da la cintura alza il muggito,
     6Te un’affamata lïonessa atroce

Ne le libiche steppe ha partorito!