Voi pure orridi monti, e voi petrose

Eustachio Manfredi

Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Voi pure orridi monti, e voi petrose Intestazione 9 novembre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Eustachio Manfredi


[p. 259 modifica]

X1


Voi pure orridi monti, e voi petrose
     Alpestri balze il duro fianco apriste,
     E pei riposti seni e per le ascose
     Vostre spelonche in suon rauco muggiste;
5E già presso al cader le minacciose
     Gran fronti vostre vacillar fu viste:
     E foran oggi le create cose
     Tutte, qual pria, tra lor confuse e miste:
Se non che quinci densa notte oscura
     10Veder vi tolse il sacro corpo, ed entro
     Un mesto vel la luce aurea coprissi;
E quindi intanto luminosa e pura
     La grande alma miraste in sin nel centro
     Gir trionfando, e rallegrar gli Abissi.


Note

  1. Per il tremuoto tenuto nella morte di N. S.