Apri il menu principale

Vincesti o Carlo. D'atro sangue impura

Giambattista Felice Zappi

V Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Intestazione 15 luglio 2018 100% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime dell'avvocato Gio. Batt. Felice Zappi e di Faustina Maratti sua consorte

[p. 19 modifica]

XL.1


Vincesti o Carlo. D’atro sangue impura
     Corre l’onda del Savo, il Trace estinto
     Alzò le sponde al Fiume, e la sventura
     Vendicasti ben tu d’Argo e Corinto.
5Erra il Barbaro Re di pallor tinto:
     E Belgrado che fea l’Asia sicura
     Teme i tuoi bronzi, da cui pria fu vinto,
     E non percosse ancor treman le mura.
Or segui a fulminar su i Traci infidi,
     10Finchè vegga il mar negro, e il mar vermiglio
     Rifolgorar la Croce alto su i lidi.
Prendi allor poi di riposar consiglio;
     E l’impero del mondo in duo dividi,
     A Te l’Occaso, e l’Oriente al Figlio.

Note

  1. All’Imperator Carlo IV per la sconfitta del Turco in Ungheria l’Anno 1816.