Taccuino

Giovanni Prati

Olindo Malagodi 1876 Indice:Prati, Giovanni – Poesie varie, Vol. II, 1916 – BEIC 1901920.djvu sonetti Taccuino Intestazione 23 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Lampada Versi (Prati)
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta XIII. Da 'Psiche'
[p. 175 modifica]

IV

TACCUINO

Bruno compagno mio, quando son tristo
e vo pensoso per la via men trita,
io t’ho sovente nella man, provvisto
di fogliolini bianchi e di matita.
P2 come al giro delle cose assisto,
che porgon lume all’anima romita,
su te depongo il doloroso acquisto
che mi vien dalla morte o dalla vita:.
un sogno, un’ombra, una memoria, un detto,
una celia, un sospir, lampi dell’arte,
pai piti della mente e dell’afTttto ;
seminuli febei, germi in lavoro,
ebe dentro il campicel delle tue carte
mi fíoriscon sovente in mèsse d’oro.