Speranze di fama

Giovanni Prati

Olindo Malagodi 1876 Indice:Prati, Giovanni – Poesie varie, Vol. II, 1916 – BEIC 1901920.djvu sonetti Speranze di fama Intestazione 23 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Lupo e tedio Politica
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta XIII. Da 'Psiche'
[p. 189 modifica]

XXIX

SPERANZE DI FAMA

E se un giorno avverrá che alquante carte,
vergate come amor dentro mi detta,
guidino il pellegrin lá dove l’arte
me visitò si casta e si soletta,
vedrá raccòrsi in povertá negletta
la mia Dasindo fra campagne sparte;
vedrá la casa ove nessun m’aspetta,
e trascorse di me la miglior parte.
Un balconcel di larice a man manca
trema ai colpi del vento. Ivi è la cella
dove la musa mi sedea compagna.
Entri, e vedrá su la parete bianca
qualche verso di me. La rondinella
oggi mi cerca, e a quel balcon si lagna.