Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
L’Ancona rappresentante ''la Madonna in trono'' di Giovanni da Milano offre i caratteri già ricordati della Scuola di Giotto ed è interessante per l’epoca che rappresenta.
 
A {{AutoreCitato|Gaetano Guasti|Gaetano Guasti}}<ref>{{Sc|Gaetano Guasti}}. ''I Quadri della Galleria ed altri oggetti d’arte del comune di Prato'' con documenti inediti. Prato, 1888.</ref> dobbiamo alcune notizie interessanti su questo pittore primitivo, scolaro di Taddeo Gaddi. La tavola è divisa in cinque scompartimenti e ha uua predella con due gradini. Nello scompartimento centrale si legge la firma del maestro ''Ego . Iohanes . de Mediolano . pinxi . hoc . opus''. Fra i santi rappresentati vediamo S. Caterina di Alessandria, S. Bartolomeo, S. Bernardo e S. Barnaba uno dei protettori degli spedali di Prato nella Chiesa del quale si trovava in antico l’Ancona; e infatti da una scritta si legge che frate Francesco rettore dello spedale della Misericordia fu l’ordinatore della tavola.<ref>Per le provenienze dei dipinti v. ''Catalogo della Galleria comunale di Prato''. Tipografia Giachetti, 1900.</ref>
3 830

contributi