Apri il menu principale

Sono, Italia, per te discordia e morte

Vincenzo da Filicaja

S Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Sono, Italia, per te discordia e morte Intestazione 30 dicembre 2017 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Vincenzo da Filicaja


[p. 173 modifica]

II


Sono, Italia, per te discordia e morte
     In due nomi una cosa, e a sì gran male
     Un mal s’aggiunge non minor, che frale
     Non se’ abbastanza, nè abbastanza forte.
5In tale stato, in così dubbia sorte
     Ceder non piace, e contrastar non vale;
     Onde, come a mezz’aria impennan l’ale,
     E a fiera pugna i venti apron le porte:
Tra il Frale, e il Forte tuo non altrimenti
     10Nascon, quasi a mezz’aria, e guerra fanno
     D’ira, invidia, timor turbini e venti.
E tai piovono in te nembi d’affanno,
     Che se speri, o disperi, osi, o paventi
     Diverso è 'l rischio, e sempre ugual fia ’l danno.