Giovanni Prati

Olindo Malagodi 1878 Indice:Prati, Giovanni – Poesie varie, Vol. II, 1916 – BEIC 1901920.djvu sonetti Rondine Intestazione 23 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Mab Primavera (Prati)
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta XIV. Da 'Iside'
[p. 297 modifica]

XIX

RONDINE

Son qui sulla gronda,
che canto, gioconda,
gli occasi e i mattini
di porpora e d’òr,
5che tesso ai piccini
la casa superba
con muschi, con erba,
con larve di fior.
Su prore ed antenne
10posando le penne,
fra il marzo ed il maggio
mi reco dal mar;
e scordo il viaggio,
pensando al mio nido,
15se un portico fido,
se un embrice appar.

[p. 298 modifica]

Gran Dio, se ti piacque
recarmi sull’acque,
se l’ésca segreta
20trovar mi fai tu,
deli! rendimi lieta
d’un raggio di sole:
pel nido e la prole
non cerco di piú.
25Da raffiche alpine,
da venti e da brine
mi guardi la Santa
che in sen ti portò;
e, quando a lei canta
30la turba devota,
anch’io la mia nota
salir le farò.