Rime (Stampa)/Rime d'amore/XIII

Rime d'amore

XIII

../XII ../XIV IncludiIntestazione 22 settembre 2009 75% Poesie

Rime d'amore - XII Rime d'amore - XIV

[p. 11 modifica]

XIII

In lode del suo signore.

     Chi darà penne d’aquila o colomba
al mio stil basso, sí ch’ei prenda il volo
da l’Indo al Mauro e d’uno in altro polo,
ove arrivar non può saetta o fromba?
     e, quasi chiara e risonante tromba,
la bellezza, il valor, al mondo solo,
di quel bel viso, ch’io sospiro e còlo,
descriva sí, che l’opra non soccomba?
     Ma, poi che ciò m’è tolto, ed io poggiare
per me stessa non posso ove conviene,
sí che l’opra e lo stil vadan di pare,
     l’udranno sol queste felici arene,
questo d’Aciria beato e chiaro mare,
porto de’ miei diletti e di mie pene.