Rime (Stampa)/Rime d'amore/CXL

Rime d'amore

CXL

../CXXXIX ../CXLI IncludiIntestazione 22 settembre 2009 75% Poesie

Rime d'amore - CXXXIX Rime d'amore - CXLI

[p. 78 modifica]

CXL

Poich’egli non torna, vorrebbe raggiungerlo.

     O rive, o lidi, che già foste porto
de le dolci amorose mie fatiche,
mentre stavan con noi le luci amiche,
che sempre accese ne l’interno porto,
     quanta mi deste già gioia e conforto,
tanto mi sète ad or ad or nemiche,
poi che ’l mio sol (lassa, convien che ’l diche!)
voi e me ha lasciato a sí gran torto.
     Io cangerei con voi campagne e boschi
e colli e fiumi, là dove dimora
chi partendo lasciò gli occhi miei foschi,
     e di tornar non fa pensier ancora,
non ostante, crudel, che ben conoschi
che, se sta molto, converrà ch’io mora.