Rime (Stampa)/Rime d'amore/CLXXXII

Rime d'amore

CLXXXII

../CLXXXI ../CLXXXIII IncludiIntestazione 22 settembre 2009 75% Poesie

Rime d'amore - CLXXXI Rime d'amore - CLXXXIII

[p. 99 modifica]

CLXXXII

È prossima la fine de’ suoi piaceri.

     La vita fugge, ed io pur sospirando
trapasso, lassa, il piú degli anni miei,
né di passarli ardendo mi dorrei,
a la cagion de’ miei sospir mirando;
     se non che non so punto il come o ’l quando
den le mie gioie dar luogo agli omei;
ché forse a poco a poco m’userei
ad andar le mie pene sopportando.
     Anzi, misera, io so che sarà tosto,
ché per partenza o per cangiar volere
il fin de’ miei piacer non è discosto.
     E, perch’Amor mel faccia prevedere,
non è per questo il mio petto disposto
a poter tanta doglia sostenere.