Rime (Stampa)/Rime d'amore/CCXXII

Rime d'amore

CCXXII

../CCXXI ../CCXXIII IncludiIntestazione 22 settembre 2009 75% Poesie

Rime d'amore - CCXXI Rime d'amore - CCXXIII

[p. 121 modifica]

CCXXII

Domanda ad Amore.

     — Dimmi per la tua face,
Amor, e per gli strali,
per questi, che mi dan colpi mortali,
e quella, che mi sface,
onde avien che non osi
ferir il mio signore,
altero de’ tuoi strazi e del mio core,
in sembianti pietosi?
— Ove anniderò poi —
mi risponde ei, — s’io perdo gli occhi suoi?