Apri il menu principale

Rime (Dino Frescobaldi)/Donna, dagli occhi tuoi par che si mova

Donna, dagli occhi tuoi par che si mova

../Morte avversara, poi ch'io son contento ../Amor, se tu se' vago di costei IncludiIntestazione 26 febbraio 2008 75% poesie

Dino Frescobaldi - Rime (XIII secolo)
Donna, dagli occhi tuoi par che si mova
Morte avversara, poi ch'io son contento Amor, se tu se' vago di costei


 
Donna, dagli occhi tuoi par che si mova
un lume che mi passa entro la mente:
e quando egli è con lei, par che sovente
si metta nel disio ched e’ sì trova.
5Di lui v’appare una figura nova
che si fa loba e trovasi possente,
e segnoria vi ten sì aspramente,
ch’ogni ferezza al cor par che vi piova.
Pietà non v’è né mercé né calere,
10per che si fa crudel com’ella puote
e disdegnosa della vita mia.
Li spirti, che nol posson sofferire,
ciascun si tien d’aver maggior virtute
qual può dinanz’a le’ partirsi via.