Apri il menu principale

Questi palagi e queste logge or colte

Marco Tiene

Q Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Questi palagi e queste logge or colte Intestazione 30 giugno 2018 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri


[p. 400 modifica]

MARCO TIENE.1


Questi palagi e queste logge or colte
     D’ostro di marmo e di figure elette,
     Fur poche e basse case insieme accolte,
     Deserti lidi, e sterili isolette.
5Ma Genti invitte e d’ogni vizio sciolte
     Scorrean il Mar con picciole barchette,
     Che quì, non per domar Provincie molte
     Ma a piantar libertà s’eran ristrette.
Non era ambizion ne’ petti loro,
     10Ma il mentire abborrian più che la morte;
     Nè vi regnava inquieta fame d’oro.

[p. 401 modifica]

Se il Ciel vi diè così beata sorte,
     Non sien quelle virtù, che tanto onoro,
     Dalle nuove ricchezze oppresse e morte.


Note

  1. Venezia.