Apri il menu principale

Quando chiari e tranquilli i giorni nostri

Giovan Girolamo II Acquaviva d'Aragona

1833 Q Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Intestazione 23 giugno 2017 75% Sonetti

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Gio. Girolamo Acquaviva

[p. 47 modifica]

III


Quando chiari e tranquilli i giorni nostri
     Ne gian di pace fra soavi inganni,
     Da Dio lontana e in braccio a fiere, e mostri
     Passasti, Italia, in grave sonno gli anni.

[p. 48 modifica]

5Iddio ti scuote: apre i tuoi saldi chiostri
     Urto di guerra a innumerabil danni:
     Ma perchè senso a’ suoi rigor non mostri
     Dono ti fè d’altri novelli affanni.
Cadono tocche le Città dal forte
     10Braccio e un giorno le copre d’erba, e un giorno
     Spinge gli aratri in sù l’avanzo informe
Stridono or mille a te saette intorno
     D’inestinguibili strage: e ancor si dorme
     Italia Italia è questo sonno, o morte?