Apri il menu principale

Poichè la mia spietata aspra sventura

Giovanni Bartolomeo Casaregi

P Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Poichè la mia spietata aspra sventura Intestazione 25 settembre 2017 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri


[p. 95 modifica]

I


Poichè la mia spietata aspra sventura
     Vuol, che ognor dal mio Ben lontano io viva,
     Amor della mia vita acerba e dura
     Col dolce rimembrar in stato avviva.
5Farmi presente ad or ad or procura,
     Quella, di cui convien, che spesso io scriva,
     Sicchè vicina già la raffigura,
     Il senso stesso nell’immagin viva.
Se volgo al Ciel lo sguardo, e miro fiso
     10Cinto di pura luce il Sol, tal sei
     Mirzia, grido, tal sei nel tuo bel viso,
Se veggio un fior, parmi veder colei,
     Se guardo il mar, nel mare io lo ravviso;
     Onde lei trovo in Tutto, e Tutto in lei.