Pagina:Opere di Procopio di Cesarea, Tomo I.djvu/348


 

i cattivi Imperadori da essi avuti sino a lui. 

Pag. 89 
Cap. 

XIV. Nascita, condizione e costumi di Teodora. Giustiniano se ne invaghisce. Influenza ch'essa prende sull'animo di lui. Situazione de' pubblici affari in quel tempo. L'Imperatrice resiste perchè Giustiniano non isposi quella meretrice: ma dopo la morte di Eufemia Giustiniano fa che l’Imperadore abolisca la legge che poneva ostacolo al suo matrimonio con Teodora. Turpitudine di tutti gli ordini. 

» 95 
― 

XV. Ritratto di Teodora. Giustiniano ed essa governando in comune fingono sentimenti diversi e contrarii; e perchè. Conseguenze di questa loro condotta. Giustiniano incomincia dall'innovare e confondere tutti gli ordini stabiliti, o ne cambia i nomi. Uso che fa dell’oro, in qualunque modo raccolto. Mette in guerra tra loro i Barbari, e li alletta alle incursioni sulle terre dell'Imperio. Compra la pace, e poi la rompe 

» 101 
― 

XVI. Giustiniano per avere denaro ordina a tutti i settarii di abbandonare i loro dogmi sotto pena di perdere i loro beni. Estende la legge ai Samaritani e ai Gentili. Sedizioni, stragi, fughe, orrori. Processi per turpi amori. Crudeltà contro gli Astrologi. Come egli e Teodora usurpino i beni de' Senatori, e di ogni ricca persona. Le loro scelleratezze li fanno sospettare demonii piuttosto che creature umane. Dicerie in questo proposito. 

» 105 
― 

XVII. Più specificatamente si espongono i vizii