Pagina:Abrabanel, Juda ben Isaac – Dialoghi d'amore, 1929 – BEIC 1855777.djvu/455


indice e sommario analitico 449
e amore spirituale: loro necessaria unitá nel perfetto amore umano (50-51). Il perfetto amore nasce dalla ragione, ma non ne segue il freno. Caratteristica di Cupido (52-53). Ribellione del vero amore alla ragione e alla prudenza (54-55). Le passioni amorose: fenomeni che le accompagnano; come esse crescano per l’unione con la persona amata (55-56). Le passioni sono superiori alla ragione ordinaria: ma l’amore ha una sua propria ragione, straordinaria ed eroica (57-58).


II


De la comunitá d’amore, Dialogo secondo. ||
 59

Preludio: Filone astratto, Sofia insistente. Necessitá di premettere alla trattazione dell’origine quella dell’universalitá dell’amore (61-62).

A||
L’amore nel mondo inferiore o sublunare ||
α) L’amore negli esseri viventi ||

Cinque cagioni d’amore reciproco tra gli animali (63). Altrettante negli uomini: differenze in ciascuna cagione (diletto generativo, successione generativa, benefizio, comunanza d’origine, compagnia) tra gli uomini e gli animali (64-66). Due cagioni peculiari agli uomini: conformitá di natura, virtú morali e intellettuali (66-67).

β) L’amore nel mondo elementare ||

Estensione ai corpi insensibili dell’amore, nel primo dei suoi tre gradi: naturale, sensitivo, razional volontario (67-68). Come anche le inclinazioni naturali e sensitive siano amore. Rapporti tra amore e conoscenza, e loro universalitá (68-69). L’amore negli elementi: a) per affinitá ai luoghi loro propri; b) per le cinque cagioni generali d’amore. Esame della quinta cagione (comunanza di specie) e della quarta (compagnia), ossia della quarta e della quinta di cui sopra (α) (70-72). Qualitá e dignitá degli elementi: loro distribuzione nell’ordine cosmico (72-73). Le altre cagioni: reciproco benefizio e conservazione della specie nella successione generativa; la generazione e l’amore generativo negli elementi (74-75). Il postulato della materia prima; l’amore nella materia prima e negli elementi (75-76). Le forme elementari e il loro sviluppo per quattro gradi progressivi di amicizia fra gli elementi (76-79). Riepilogo di Sofia e passaggio al seguente problema (79).

Leone Ebreo, Dialoghi d’amore. 29