Odi (Anacreonte)/Ode XLII

Ode XLII

../Ode XLI ../Ode XLIII IncludiIntestazione 31 agosto 2011 100% Poesie

Ode XLI Ode XLIII

[p. 72 modifica]

SOPRA SE STESSO.


ODE XLI.


È piacer, se il buon Lieo
     Fra le danze mi rigira,
     O se tocco poi la lira
     4Con qualche altro bevitor.
Ma sul crin co’ bei giacinti
     Intrecciar rose novelle,
     Ma scherzar colle donzelle
     8È piacere assai maggior.

Dell’invidia l’atra face
     Non mi turba in petto il core,
     E il mordace suo livore
     12Sono avvezzo a non temer.
Di calunnie le saette,
     Già cagion di rio tormento,
     Fuggo lieve al par del vento,
     16E non hanno in me poter.

[p. 73 modifica]


Fra le cene e fra i bicchieri
     Odio poi le risse ingrate;
     Amo sol le danze usate
     20Colle giovani beltà.
Ah! non più donzelle care,
     Fra i piaceri e fra i contenti,
     Inganniamo quei momenti,
     24Che ci restan dell’età.