Apri il menu principale
II. Lo sguardo dell'aquila

../I ../III IncludiIntestazione 2 settembre 2018 25% Da definire

I III

[p. 15 modifica]

CAPITOLO II.

Lo sguardo dell’aquila.

Avevo ventidue anni; bella età che mi rincresce di avere avuta solamente una volta. Ero stato ammesso nella seconda compagnia dei granatieri di Monferrato, perchè mi avevano riconosciuto buon tiratore, e, dopo sei mesi di galloni da caporale, mi avevano fatto sergente, perchè avevo una bella mano di scritto e ci voleva uno che sapesse fare la situazione quotidiana con un po’ di garbo e tener bene il ruolino della compagnia. Aver fatto il mio dovere alla manovra ed al fuoco, in quartiere ed in campo, non mi ha mai tanto giovato, come la mia mano di scritto. Non si raccomanderà mai abbastanza la calligrafia alle nuove generazioni. La calligrafia apre tutte le porto, conduce a [p. 16 modifica]Pagina:Barrili - Monsù Tomè, Treves, 1885.djvu/26 [p. 17 modifica]Pagina:Barrili - Monsù Tomè, Treves, 1885.djvu/27 [p. 18 modifica]Pagina:Barrili - Monsù Tomè, Treves, 1885.djvu/28 [p. 19 modifica]Pagina:Barrili - Monsù Tomè, Treves, 1885.djvu/29 [p. 20 modifica]Pagina:Barrili - Monsù Tomè, Treves, 1885.djvu/30 [p. 21 modifica]Pagina:Barrili - Monsù Tomè, Treves, 1885.djvu/31 [p. 22 modifica]Pagina:Barrili - Monsù Tomè, Treves, 1885.djvu/32 [p. 23 modifica]Pagina:Barrili - Monsù Tomè, Treves, 1885.djvu/33 [p. 24 modifica]Pagina:Barrili - Monsù Tomè, Treves, 1885.djvu/34 [p. 25 modifica]Pagina:Barrili - Monsù Tomè, Treves, 1885.djvu/35