Mi dice un Pastorel, che d'India viene

Benedetto Menzini

Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Mi dice un Pastorel, che d’India viene Intestazione 21 marzo 2022 100% Da definire


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Benedetto Menzini


[p. 277 modifica]

XIII1


Mi dice un Pastorel, che d’India viene,
     Che per quei Monti, dove nasce l’oro,
     Erba, nè pianta non si vede in loro,
     Ma sol deserte ed infeconde arene.
5Forse Natura un tale stil ritiene
     In ogni suo più nobile lavoro:

[p. 278 modifica]

     Ecco spargon di nevi e Noto, e Coro
     Queste, ch’erano in pria piagge sì amene.
Tolta alla Terra è la sua verde spoglia:
     10E gli alberi non cuopre onor di fronde,
     Quasi lor premda amara intensa doglia.
Ma se sotto le nevi al suol s’infonde
     Virtute, e il gran fa cesto, e più germoglia,
     Non vedi qual tesoro in lor s’asconde?


Note

  1. Non Apparenza, ma Utilità.