Apri il menu principale

Le tre fatali Dee, cui dato è in sorte

Carlo Innocenzo Frugoni

L Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Le tre fatali Dee, cui dato è in sorte Intestazione 19 ottobre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Carlo Innocenzo Frugoni


[p. 190 modifica]

VIII1


Le tre fatali Dee, cui dato è in sorte
     Guardar l’auguste vite al regno nate
     Aprono, o Carlo, al dì le rosee porte,
     Che guida il giro di tua bella etate.
5Quelle stansi con lor, che in te risorte
     Veggiam, sacre degli Avi alme onorate,
     Sollecite chiedendo di tua sorte
     L’alte vicende nel destin segnate.
Ed elle al lume di quest’Alba amica
     10Te mostran cinto di fulminea spada
     Splender entro guerriera aurea
E per la vinta Italica contrada
     Con la tua prima militar fatica
     Correr lunga di lauri ombrosa strada.


Note

  1. Sullo stesso argomento.