Le Trachinie (Sofocle - Romagnoli)/Quarto stasimo

../Quarto episodio

../Esodo IncludiIntestazione 20 novembre 2019 100% Da definire

Sofocle - Le Trachinie (438 a. C. / 429 a. C.)
Traduzione di Ettore Romagnoli (1926)
Quarto stasimo
Quarto episodio Esodo
[p. 171 modifica]

Tragedie di Sofocle (Romagnoli) III-0012.png

QUARTO CANTO INTORNO ALL’ARA


CORO
Strofe 1
Quale sciagura prima
pianger dovrò? Quale è piú grave? Misera
me, non so farne stima.

Antistrofe I
Vedere in casa un male
si può, l’altro s’attende; ed è l’attendere
al patir cosa uguale.

Strofe II
Deh, sorga una procella
dal focolare impetuosa, e rapida
lungi da questi luoghi or mi divella,
sí che di Giove il valoroso figlio
solo vedendo, io non dovessi a súbita
morte serrare il ciglio.
Giunge alla casa, dicono, soffrendo

[p. 172 modifica]

spasimi quali mai non avran termine:
deh, spettacolo orrendo!

Antistrofe II
Qual garrulo usignolo,
gemei chi non lontano era, ma prossimo.
Di stranieri a noi muove uno stuolo.
Dove lo recan mai? Qual chi paventi,
per un diletto amico, innanzi muovono
a passi lievi e lenti.
Ahi, ché mentre lo recano, ei pur tace!
Ch’egli morto sia già dovremo credere?
Oppur nel sonno giace?


Tragedie di Sofocle (Romagnoli) III-0175.png