Apri il menu principale

La Cortigiana (1525)/Atto secondo/Scena ventesima

Atto secondo
Scena ventesima

../../Atto secondo/Scena diciannovesima ../../Atto secondo/Scena ventunesima IncludiIntestazione 30 maggio 2008 75% Teatro

Atto secondo - Scena diciannovesima Atto secondo - Scena ventunesima

Maestro Andrea, Zoppino e Messer Maco.

Messer Maco
La mi vuol bene, è vero?
Maestro Andrea
Piú che se la v’avesse partorito.
Messer Maco
Se la mi fa un figliolo, gli pagherò la culla a la fegatella, ghiotta, traditrice, ribaldella!
Zoppino
Torniamo a la cosa nostra. A me pare che sería securissimo a venire vestito da facchino e Grillo vestito con suoi panni gli verrà dietro.
Messer Maco
Acconciatemi pur ben, maestro!
Maestro Andrea
Non dubitate, ma bisogna che voi impariate certe parole per contrafare la lingua, e se nisun dicessi se voi sète facchino, dite: ’Ohi, olà!’
Messer Maco
Olà!
Maestro Andrea
Galante; e se persona dicessi: ’Se’ tu da Bergamo?’, dite: ’Maidé! Maidé!’
Messer Maco
Be’... be’...!
Maestro Andrea
E se nesun dicessi: ’Quando venesti qui facchino?’, respondete: ’Anco’.
Messer Maco
Cancaro!
Maestro Andrea
Ah, ah, ah, buono, bonissimo! Andate a travestirvi con Grillo, ché in casa sono i vostri panni.