L'aes grave del Museo Kircheriano/Classe II. - Tavola III. IV.

../Classe II. - Tavola I. II.

../Classe III. - Tavola I. II. III. IncludiIntestazione 13 dicembre 2010 75% Da definire

Classe II. - Tavola I. II. Classe III. - Tavola I. II. III.
[p. 27 modifica]

Tavola III.


N. 1. Asse. Mezzaluna : nel centro il segno della libra : nella parte opposta alla mezzaluna l’epigrafe Umbrian ikuvins.svg : intorno al cerchio quattro piccoli astri. )( Un grande astro occupa tutto il campo: il cerchio rimane liscio.

N. 2. Semisse. Le impronte e l’epigrafe sono eguali a quelle della moneta precedente; ma nel luogo del segno della libra v’è quello dello sei oncie.

N. 3. Semisse. Mezzaluna ed epigrafe come nelle due monete precedenti : in mezzo al campo un talo od astragalo. )( In mezzo al campo un’oliva che direbbesi chiusa tra due cerchietti elittici: a’ due lati due piccoli astri : nella parte inferiore la lettera che indica il semisse.

N. 4. Semisse. Corno d’abbondanza : l’epigrafe Umbrian ikuvins.svg dal lato opposto, e la lettera delle sei oncie nel centro. )( Elmo.

N. 5. Triente. Corno d’abbondanza e l’epigrafe Umbrian ikuvins.svg nel cerchio. )( Tenaglia : due a destra, e due a sinistra le quattro palle del triente.

N. 6. Quadrante. Il corno e l’epigrafe come nel triente. )( Tenaglia: le palle del quadrante una a destra e due a sinistra.

N. 7. Sestante. Ramo di palma. )( Le palle delle due oncie.

N. 8. Grappolo d’ uva. )( La palla dell’oncia.


Tavola IV.


A


N. 1. Asse. È questa moneta differente dall’asse della tavola III. nella sola maniera della fusione, che qui è più goffa e trascurata.

N. 2. Semisse. Questa moneta distinguesi dal semisse della tavola precedente non solamente per la cattiva fusione, ma ancora perchè mancante del cerchio o cornice, su cui nel diritto vi sarebbono stati scolpiti i quattro piccoli astri.

N. 3. Triente. Ruota a quattro raggi: il centro della ruota è aperto quasi per ricevere l’asse intorno a cui ragirarsi: sopra la cornice della moneta compariscono alcune lettere della iscrizione Umbrian ikuvins.svg. )( La medesima ruota del diritto, e tra i quattro raggi le palle delle quattro oncie.

N. 4. Quadrante. Ruota a tre raggi nella forma stessa di quella del triente e l’epigrafe diretta Umbrian ikuvins 2.svg )( La ruota del diritto, e fra i tre raggi le palle delle tre oncie.

B


N. 1. Quadrante di forma elittica. Clava. )( Le palle delle tre oncie.

N. 2., 2. A. Sestanti eguali al quadrante per la forma e per l’impronta, differenti per il peso, la grandezza ed il valore.

N. 3., 3. A. Oncie eguali e differenti come i sestanti.

N. 4. Sestante. Clava. )( Ramicello [p. 28 modifica]sfrondato con le palle delle due oncie.

N. 6. Oncia. Fusto da cui si diramano otto raggi quasi a maniera di fulmine. )( La palla dell’oncia.

N. 5., 7. Frammenti di bronzo publicati per moneta, ma che non pajono moneta.

N. 8. Quadrante. Testa di dea rivolta a sinistra co’ capelli studiosamente acconciati e forse laureati: dietro la testa le palle delle tre oncie. )( Testa di bue di faccia, e sopra l’epigrafe Oscan CIR.svg.

N. 9. Sestante. Bipenne col suo manico: sopra la bipenne il segno delle due oncie. )( Lancia fuori della sua asta: su la sinistra un’epigrafe poco chiara, ma forse eguale al Oscan CIR.svg della moneta precedente.