Apri il menu principale

I Persiani (Eschilo-Alfieri)/Atto IV/Scena seconda

Atto Quarto - Scena seconda

../Scena prima ../Scena terza IncludiIntestazione 31 luglio 2010 75% Teatro

Eschilo - I Persiani (472 a.C.)
Traduzione dal greco di Vittorio Alfieri (XVIII secolo)
Atto Quarto - Scena seconda
Atto IV - Scena prima Atto IV - Scena terza
ATOSSA, CORO

Coro

Quanto, ahi, mi dolse ed i passati nostri
Danni, e i futuri, annoverarmi udendo!

Atossa

Ahi sorte! oh quante mi assaliro a un punto
Doglie in udir di Dario i detti! in cuore
Niun pur men sento penetrar più addentro,
Che la immagin del figlio avvolto in lembi
Cenciosi: oimé! Tosto alla reggia, a trarne
Splendidi ammanti, io vo, con cui mi appresti
Ad incontrare il figlio mio. Niun danno
Mai distorrammi dall’amata prole.