Apri il menu principale

Guida della montagna pistoiese/Da Cavinana a Maresca, e da Maresca al Corno alle Scale o al Cupolino e al Lago Scaffaiolo

Da Cavinana a Maresca, e da Maresca al Corno alle Scale o al Cupolino e al Lago Scaffaiolo

../Cavinana ../Campo Tizzoro fra Ponte Petri e il Bardalone IncludiIntestazione 20 febbraio 2018 75% Da definire

Da Cavinana a Maresca, e da Maresca al Corno alle Scale o al Cupolino e al Lago Scaffaiolo
Cavinana Campo Tizzoro fra Ponte Petri e il Bardalone
[p. 88 modifica]

Da CAVINANA a MARESCA
e da MARESCA al CORNO ALLE SCALE
o al CUPOLINO e al LAGO SCAFFAIOLO


Guida della montagna pistoiese 1878 (page 98 crop).jpga Cavinana, a cavallo, e anche in baroccino, per la via che conduce all’Oppio fino al Poggio. Ivi prendendo una via mulattiera, a sinistra, si scende a


Maresca, in ore 0,45. Questo paesetto prende nome dal prossimo torrente omonimo. Nel 1550 Lodovico Appiano, signor di Piombino, vi fece costruire quello che ora dicon palazzo ma che era un fortilizio e per sua dimora; e una strada per la montagna, continuata dal suo secondogenito, che qui riparavasi dalle insidie del fratello. La detta via poi seguitava di qui fino al passo della Calanca, al Corno alle Scale per entrare nel Modenese.

Il Palazzo passò poi in proprietà dei Principi Rospigliosi; e Pompeo di questa famiglia, nel 1625, [p. 89 modifica] vi fece fabbricare una Cappella, ora Chiesa parrocchiale. Ivi e nel detto palazzo, son pitture del pistoiese Bartolomeo Valiani.

Seguendo in parte la Via degli Appiani, si sale al Teso in un’ora e mezzo.

In Maresca si possono trovare cavalcature e guide per queste escursioni presso Giuseppe Filoni, Vincenzo Stroffaldi e Giuseppe Biondi.

Il rivenditore di sali e tabacchi di Maresca dà anche alloggio e vitto a prezzo discreto.

Maresca è il punto di partenza per salire al Corno alle scale, e la strada è la migliore e la più pittorica. È la più prossima per gli alpinisti che vengon da Pracchia e voglion recarsi al Corno e al Lago Scaffaiolo.


itinerario


Dalla Stazione di Pracchia a Maresca (a piedi) ore 1, 30.

Da Maresca alla Macellia dove si trova il sentiero che viene da Cavinana, ore 2.

Dalla Macellia al Bastione sotto il Corno, ore 1.

Dal Bastione alla vetta, minuti 45.

In tutto, ore 5, 15.


altro itinerario


Da Maresca per il Teso all’Uccelliera (m. 1797) per dove si ha una guida per lire 4.

Da Maresca al Corno alle scale o al Cupolino e al Lago Scaffaiolo in ore 6 ½ — una guida lire 5.

Discesa dal Corno o dal Lago Scaffaiolo per la [p. 90 modifica] Madonna dell’Acero, Lignano di Belvedere e Porretta, ore 5.

Altre discese da questi monti son notate negli itinerari diversi da Cutigliano.

Su questa catena de’ monti al nord vi sono fertilissime vallate (alla crina) difese da folte macchie di faggi: dove son case di pastori e puledrai; perchè nella estate vi si raccolgono alla pastura greggi e mandre di cavalli, e vi trovano un riparo alla Casetta anche i viaggiatori. Quelle praterie sono delle più fertili e delle più fresche, irrigate qua e là da ruscelli. Producono fragole e lamponi e varie specie di fiori (in Pian Paoli), oggetto di ricerche pe’ Botanici; per chiunque poi quelli ampli strati variopinti, cagione di piacevole meraviglia. Il viaggiatore vi ha oltracciò una mirabile veduta delle città di Pistoia e Firenze e della pianura Lucchese.

Dal Teso si può tornare a San Marcello in ore 2, 30: scendendo a Maresca per la stessa via, e di qui o da Maresca, tornando a Cavinana, o per una strada carrozzabile si può andare alla via nazionale presso al paesetto del Bardalone, e quindi a San Marcello.

Il viaggiatore che dal paese di Maresca se ne torni per la via nazionale, su questa via, e precisamente sulla destra del torrente Maresca, può visitare, a 150 metri dal punto in cui sbocca la detta via nazionale, il campo conosciuto sotto il nome di