Di ottobre vi conseglio senza fallo

Cenne da la Chitarra

Aldo Francesco Massera XIII secolo/XIV secolo Indice:AA. VV. – Sonetti burleschi e realistici dei primi due secoli, Vol. I, 1920 – BEIC 1928288.djvu sonetti Di ottobre vi conseglio senza fallo Intestazione 23 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Di settembre vi do gioielli alquanti Di novembre vi metto in un gran stagno
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta XVII. Cenne dalla Chitarra d'Arezzo
[p. 180 modifica]

XI

Ottobre.

Di ottobre vi conseglio senza fallo
che ne la Faltarona dimorate,
e de le frutta, che vi son, mangiate
4a riglie grand’, e non vi canti gallo.
Chiare Tacque vi son come cristallo:
or bevete, figliuoli, e ristorate;
buon v’è uccellar a’varchi, in veritate,
8ché farete nel collo nervo e callo,
in quell’aere, ched è sottile e fina:
ben stanno in Pisa piú chiari i pisani,
11e ’l genovese lungo la marina.
Prendere ’I mi’ consiglio non sia’ vani:
arrosto vi darò mesto con strina,
14che ’l sentiranno i piedi con le mani.