Con gran malinconia sempre istò

Cecco Angiolieri

Aldo Francesco Massera XIII secolo Indice:Prati, Giovanni – Poesie varie, Vol. II, 1916 – BEIC 1901920.djvu sonetti Con gran malinconia sempre istò Intestazione 23 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Per ogni oncia di carne, che ho addosso La stremitá mi richèr per figliuolo
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti (Cecco Angiolieri)
[p. 108 modifica]

XC

È sempre pieno di tristezza.

Con gran malinconia sempre istò,
si ch’io allegrar niente possomi;
o lasso! per che ciò m’avvien, non so:
4potrestimen’atar, cotal? mi di’!
Deh fallo senza ’ndugio, se puoi mò,
ché’l bisogno mostrar non possoti:
ché mille morti il di, o vie piú, fo;
8però di confortarmi piacciati.
Si ch’io non péra in tale stato qua:
ché uno tu’ consiglio i’ citerò in fé,
11ché lá, ’nd’i’venni, possa reddir lá.
Assa’ di fare ciò prègone te;
ché ’l pensèro si forte giunto nt’ha,
14ch’altro non faccio, se non dire: — Omè! —