Canti (Aleardi)/Poesie volanti/Alla Baronessa Fanny di Weigelsperg

Poesie volanti

Alla Baronessa Fanny di Weigelsperg, fanciulla cieca

../A Re Vittorio Emanuele ../Alla Contessa A.C.R. IncludiIntestazione 2 giugno 2008 50% Poesie

Poesie volanti

Alla Baronessa Fanny di Weigelsperg, fanciulla cieca
Poesie volanti - A Re Vittorio Emanuele Poesie volanti - Alla Contessa A.C.R.

 
Bello è il giorno e la luce e il colorato
Sembiante d’ogni cosa;
Lo spirito dell’uomo affascinato
Vi spazia e si riposa:

Ma sublime è la notte e le profonde
Stelle e i mondi e il perpetuo scintillio;
Vola immenso per essi e si diffonde
Lo spirito di Dio.

Bella siccome il giorno è la pupilla;
Dal sole illuminato
Nel picciol orbe l’universo brilla
Quasi per lei creato:

Ma sublime è la notte, ove si giace
L’occhio de la mia Cieca. Uno splendore
Intimo, arcano, provvido di pace
La appressa al Creatore.