Apri il menu principale

Ben mi può torre, che a mirar non giunga

Giovan Pietro Zanotti

B Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf sonetti letteratura Ben mi può torre, che a mirar non giunga Intestazione 1 novembre 2016 75% sonetti

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime dell'avvocato Gio. Batt. Felice Zappi e di Faustina Maratti sua consorte

[p. xxxi modifica]

II.1


Ben mi può torre, che a mirar non giunga
     Vostre bellezze, e vostri almi costumi,
     E quei, siccom’è fama, ardenti lumi,
     Ond’avvien, ch’Amor tanti e leghi e punga:
5Ma non puo strada, e sia scoscesa e lunga
     E torta, e per dirupi aspra e per dumi,
     Nè per selve, montagne, e mari e fiumi,
     E s’altro è pur, che me da voi disgiunga,
Far ch’io non legga, e non ammiri in questa
     10Parte le rime vostre e la divina
     Virtù, per cui tanto la mente ho accesa
E però il cuor, cui null’intoppo arresta,
     A Voi sen corre, e come Dea v’inchina
     Veracemente giù dal Ciel discesa.

Note

  1. Alla stessa.