Utente:OrbiliusMagister/8

Facilitation SkillsModifica

Conferenza e gruppo di lavoro con Asaf Bartov

La prima sessione di brainstorming individua speranze e paure relative alle discussioni di gruppo. Questi i punti salienti:

speranze
Le conversazioni di gruppo funzionano.
la pluralità di punti di vista permette di imparare qualcosa di nuovo.
La gente può apportare un cambiamento efficace.
Paure
Quando dovrei parlare? La mia è una domanda stupida?
La discussione è difficile da seguire, a maggior ragione se in altre lingue.
Discutere è spesso una perdita di tempo.
C'è gente che monopolizza la discussione, o la rende una gara a chi alza la voce.

La principale problematica è la differenza di comunicazione tra persone fisiche e utenze virtuali.

Tecniche di ascoltoModifica

  • Un buon ascoltatore è un buon interlocutore.

Ricordiamo le Leggi di Wiio che si riassumono in "Communication usually fails, except by accident": la comunicazione è un processo talmente complesso che il suo successo è più un questione di fortuna che di maestria. L'ascolto è la chiave che rende la comunicazione meno fragile: L'uomo ha due esigenze:

  1. Il bisogno di esprimersi
  2. il bisogno di sentirsi ascoltato
    • N.B. sentirsi ascoltato1 è diverso da essere ascoltato2.
    • In una conversazione di gruppo chi non si sente ascoltato pur di esprimersi e ottenere ascolto può giungere a modalità estreme di comunicazione (sarcasmo o irrazionalità).

Altri universali della conversazione di gruppo sono:

  • La gente sente l'esigenza di un punto di arrivo3 del discorso;
  • In una conversazione di gruppo la distrazione o la frustrazione di almeno un partecipante è inevitabile, è un prezzo da pagare comunque, facciamocene una ragione.

Il facilitatoreModifica

Il facilitatore di un gruppo che discute aiuta il gruppo a conseguire il meglio del potenziale di ciascuno. Non è un moderatore: non ha un'autorità se non quella del carisma che crea su di sé. Ha come obiettivo capire e coinvolgere nella discussione; promuovere la comprensione per chi non capisce al fine di trarne il massimo potenziale: il risultato è il possesso condiviso4 della discussione e dei suoi obiettivi. In sintesi

Scopo della facilitazione
  • Piena partecipazione
  • Reciproca comprensione
  • Soluzioni inclusive
  • Possesso condiviso

Per chi lavora il facilitatore? Può essere designato da altri o no.

  • Per un datore di lavoro? Può essere, ma non nel contesto WikiMedia
  • Per un obiettivo5 o un progetto? No
  • Per il gruppo?

La variabile tempo è importante: le conversazioni online avvengono in tempo wiki6 che è molto diverso da quello di una discussione dal vivo. Il facilitatore deve

  • essere un buon ascoltatore;
  • coinvolgere tutti i partecipanti e portare la discussione a una conclusione.

In una discussione in cui sia necessario arrivare a una conclusione condivisa (riunione strategica, di budget o risoluzione di problemi) il percorso standard è il seguente:

  1. Si pone il problema sul tavolo;
  2. la discussione diverge in un numero indefinito di direzioni dove diversa gente esprime diversi punti;
    è un momento di frustrazione in cui tutti si chiedono "da qui dove si va?" e c'è la sensazione di non arrivare, si crea ansia e disappunto ecc.
  3. a questo punto occorre uscire dalla palude e convergere verso un punto comune.
    • o per raggiungere un accordo risolutivo
    • o quantomeno per stabilire il passo successivo verso tale accordo.
    Spesso in conversazioni stagnanti si alza un boss o un capo e dice "facciamo così e basta!" ma non è il caso dell'abiente wikimedia

Il facilitatore dovrebbe portare alla seconda fase anche provocando idee divergenti con frasi come: “La pensano tutti così?”; “Qualcuno ha altre idee?”; “Tutti sono d'accordo con [nome]?” In tale stadio è fondamentale che non ci si azzanni a vicenda: in un brainstorming formalizzato le regole sono:

  • Non esistono "cattive idee"
  • È vietato criticare le idee altrui

Ma va messo tutto sul tavolo e soppesato per confronto: il facilitatore userà delle strategie di valutazione7. Le fasi di convergenza sono dunque

  • Delimitare il nocciolo di una questione lasciando da parte il resto8;
  • Quando ci sono dozzine di possibili soluzioni, raggruppare o categorizzarle9.

Tecniche di facilitazioneModifica

Nella vita reale i segnali di ascolto sono molti e non verbali (annuire, riconoscere il turno di parola senza interrompere, seguire o guidare i turni di parola, usare il linguaggio del corpo). Nel mondo digitale questo va convogliato con il testo. In sintesi queste sono le tecniche di facilitazione:

Mirroring
molto rudimentalmente si chiede di ripetere parola per parola un punto che può passare inosservato o in secondo piano senza esserlo
Paraphrasing
si chiede di ripetere con altre parole un punto poco chiaro / ambiguo oppure uno spunto interessante che è stato espresso troppo rapidamente
Draw out / follow up
si aiuta chi fa fatica ad esprimersi ad uscire dal riserbo, dando importanza ad ogni appiglio offerto da ogni sua risposta:
esempi di frasi per "tirar fuori" le opinioni:
  • "Dicci qualcosa di più/spiega "
  • "Per favore, facci un esempio"
  • "Puoi dirci qualcosina di più al riguardo?"
  • "hai scritto... è accurato?"
  • "Vorrei capire meglio: hai scritto...?"
  • "In pratica quello che stai dicendo è che..."

N.B. Questo passaggio può portare a soluzioni inclusive: se una soluzione A è maggioritaria, chiedere a chi sostiene la soluzione B:"È possibile trarre qualcosa dalla tua soluzione?" porta tali persone a sentirsi considerati e magari non si arriva a nulla, ma è importante per far sentire anche chi è in minoranza come parte del processo di soluzione.

Stacking / queuing
occorre tenere il bandolo degli interventi ora con indentazioni, ora richiamando la cronologia degli interventi in maniera da mantenere il flusso delle idee. Oppure prendere la decisione di interrompere la coda delle mani alzate o delle indentazioni per legittimare una differenza che può portare un contributo interessante.
Grouping
Quando molti punti di vista emergono diventa importante riunirli o categorizzarli per renderli più comprensibili. Vedi paragrafo sottostante
Summarizing: per arrivare a una conclusione è utile riprendere e riassumere lo stato della discussione, a costo di apparire didascalici. Vedi paragrafo sottostante.

Messa in praticaModifica

Esperimento 1Modifica

Una discussione artificiale sul tema “Should wikipedia be more like a social network?” da tenersi per dieci minuti. Si definiscono queste figure:

  1. un facilitatore che segue la conversazione e la incanala,
  2. un osservatore che non può intervenire ma prende nota di ogni aspetto positivo o negativo sia del facilitatore che della discussione,
  3. i rimanenti come partecipanti che discutono normalmente.
Risultati dell'esperimento 1

Dall'esperienza emerge che

  • Il facilitatore quando è attratto o interessato dall'argomento rischia di seguire solo alcune idee e agire come un partecipante qualunque
  • Il facilitatore può chiedere a partecipanti silenziosi di intervenire ma non deve costringerli se vuole che esprimano il loro potenziale. Chiedere a qualcuno di intervenire quando ancora sta cercando di capire può portare a incomprensioni disastrose.
  • Quando il facilitatore si esprime con un pensiero lungo è opportuno che inizi con una "frase titolo" e poi dettagli tale punto o rischierà di non essere seguito.
  • La differenza tra facilitatore e moderatore in qualche caso è sfumata.

Esperimento 2Modifica

Una discussione artificiale sul tema "How should we respond to Governments' attempt on censor Wikipedia?" deve svolgersi in sei-sette minuti e giungere a una risuluzione. Ci sono due gruppi strutturati come nell'esperimento 1.

Risultati dell'esperimento 2
  • Le risoluzioni sono giunte ma non abbastanza definite.
  • Il fattore tempo è importante.

ConclusioneModifica

Dall'esposizione iniziale e dalle due esperienze dalla domanda "cosa abbiamo imparato oggi" sono emerse queste risposte:

  • Fare il punto della situazione spesso è importante,
  • La discussione si avvale dell'intelligenza collettiva, ma deve incontrare i bisogni dei singoli per continuare bene,
  • La facilitazione è spesso in contrasto o in conflitto d'interesse con una preesistente gerarchia,
  • La facilitazione è ora "mediazione" ma talvolta "moderazione",
  • Nel mondo virtuale, come in quello reale, occorre essere empatici,
  • Diverse comunità hanno approcci differenti alla discussione che richiedono attenzioni differenti,
  • Spesso il "tempo wiki" vanifica sforzi interessanti che sarebbero efficaci in una discussione più rapida, ma i tempi di attesa sono necessari e quindi inevitabili per chi non è professionista di lingua e scrittura o non è madrelingua.

Il libro in cui tutti questi argomenti sono presentati in forma coprensibile ed esaustiva è Facilitator's Guide to Participatory Decision-Making di Sam Kaner.

Note

  1. Orig. "feel heard".
  2. Orig. "be heard".
  3. Orig. "closure".
  4. Orig. "shared ownership".
  5. Orig. "goal".
  6. Orig. "wikitime".
  7. Tra queste: uso di post-it, annotazione, categorizzazione e raggruppamento di idee; parafrasi e analisi.
  8. Orig. "nutshelling", procedimento diverso dalla parafrasi.
  9. Orig. "bucketing". Quando questo non riesce entro tre-cinque minuti allora vuol dire che non è utile: le categorie vanno suggerite, non "forzate".

Strumenti per raggruppamento di pagine e categorieModifica

  • BaGLAMa 2 è un archivio cronologico delle visite a categorie.
    Risponde alla domanda: Ogni mese quanto viene usata una categoria di Commons in un determinato progetto?
  • GLAMorgan è una versione del tool sopra esposto che permette ricerche di numeri di visita
    Risponde alla domanda: quante visite ricevono le pagine che includono i file di una categoria di commons in un mese?
  • Treeviews fornisce il numero di visitw per un particolare set di pagine su un wiki
    Risponde alla domanda: quando spesso viene visto un certo gruppo di pagine di un progetto Wikimedia?
  • PetScan (sostituisce CatScan) fornisce una serie di strumenti per creare "gruppi" di pagine di cui tener traaccia per vari scopi
    Risponde alla domanda: Quali pagine rientrano negli scopi del mio progetto?
  • Massviews fornisce il numero di visualizzazioni per un particolare gruppo di pagine in un particolare progetto. Attualmente in sviluppo e parte dlla Pageview suite fornita dalla Community Tech Team.
    Risponde alla domanda: Quanto spesso un gruppo di pagine su un wiki viene visto?

Linee guida per costruire modelli di apprendimentoModifica

Il primo importante obiettivo: portare il proprio apprendimento a casa per diffonderlo!

Risorse
noi impariamo sempre, e più spesso impariamo facendo.

L'apprendimento esperienziale si differenzia da quello “a priori”. Ad esempio il bambino impara la fisica dei materiali così: quando produce una bolla di sapone impara che per crearne una più grande deve dosare in essa la pressione dell'aria. Noi semplicemente strutturando questa conoscenza diamo la possibilità ad altri di imparare e insegnarci altre esperienze a vicenda.

Come possiamo catturare questo?

Due sono gli elementi chiave:

  1. Il procedimento (process)
  2. Il presupposto (assumption)

ProcedimentoModifica

Sono i passi che compi per ottenere il risultato.

Per descrivere un procedimento si può creare un diagramma di flusso con riquadri di diversi coloro indicanti gradazioni di problematicità

  • Per problematicità si intende l'investimento in termini di tempo.

Le soluzioni sono tecniche e umane

PresuppostiModifica

Sono quando presumi qualcosa senza una prova. Tornare sulle tue presuzioni dopo l’inizio del procedimentoo aiuta a rivedere quali fossero corrette e quali disattese per affinare di conseguenza l’attività.

  • Esempio: un progetto GLAM in Argentina: i file di dell’archivio nazionale sono PD o sono licenziati incompatibilmente con Commons: è stato necessario proeparare delle sessioni di istruzione per gli operatori dell’archivio nazionale in modo da far loro capire la bontà delle licenze CC.

Sessione praticaModifica

Ripresa di attività nel passato usando lo schema precedentemente presentato

Elaborazione di un progetto con Wikisource a scuola (un mio esempio di progetto realmente presentato)

La prima esperienza di progetto da gennaio ad aprile
  1. Trascrivere un libro
  2. Logistica
    1. sede di lavoro
    2. materiale da trascrivere
    3. Laboratorio disponibile
  3. iscrizione di studenti all’attività
  4. informare su iscrizione e attività attraverso circolari
  5. feedback post attività... mancante!

a settembre:

  1. Trascrivere ancora
  2. Logistica
    1. sede di lavoro da localizzare in posizione più utile
    2. orario da definire meglio compatibilment ad altri progetti
    3. accesso da facilitare a chi viene da altre sedi
  3. Far conoscere i progetti Wikimedia e Wiki-Maffei e pubblicizzare l’evento
  4. Determinare come facilitare l’iscrizione
  5. Informare come partecipare attravarso
    1. circolare
    2. gli studenti del precedente corso.
  6. Predisporre un modulo di feedback online.

Come documentareModifica

  1. Qual è il problema, qual è la soluzione
  2. come riprodurre una strategia di successo
  3. come eseguire o valutare una attività

C’è un form che non richiede di scrivere da zero.

Aggiunge al learning pattern la complessità dei presupposti e dopo aver condiviso una lezione imparata si chiude descrivendo i prossimi passi.

  • Studio di casi specifici è una pagina che riporta esperienze sul campo. Documenta un programma o un progetto con un template e specifiche sezioni per permetterne la riproduzione in altri paesi.

La parola d'ordine, valida anche per eventi GLAM è "Pensa in piccolo e poi ingrandisciti" (Think small and then scale up).

mercoledìModifica

Limiti della diffusione
Windows XP legge flash drives fino a 32 GB
molti PC in Africa occidentale usano WinXP
Se si rinuncia alle immagini la versione portatile di WP diventa molto più portatile ma nessuno legge senza le immagini.
L’index file di en.wiki è grande 5GB che on entra in drive piccoli (ci sono drive che non accettano file più grandi di 2 GB). Meglio usare ancora degli hard drive piuttosto che flash drive.
KIWIX presenta una cross avalaibility; ma occorre avere le infrastrutture (computer laboratori ecc.) per le scuole. In west africa non c’è pioggia e i laboratori costruiti sui tetti vengono però rovinati da polvere e calore.

il passaggio di da libri cartacei a kiwix è sempre stato visto come comodo per avere tutte le informazioni a portata di mano, ma gli studenti sono quelli che hanno beneficiato maggiormente, copiando un sacco i testi e le informazioni.
QUando vado in una scuola so quali voci sono più richieste? Ho scoperto che ci vuole più tempo a spiegare come si usa il software che quali voci servano.

==> Progetto di wikiscrittura in costa d’avorio:
Sfide: connessioni insufficienti
pochi computer
mancanza di classi
partecipazione irregolare
Da tener presente: budget per la connessione
assicurare la partecipazione degli studenti
1) pianifica, trova scuole e fondi
2) trova gli allenatori e allenali
3) inizia il programma e adattalo alle realtà esistenti.
4) monitora e segui l’esecuzione del programma.

====Challenges for teaching with wikipedia===
Reliability of information
convincing people that wikipedia exists and can be written
school bureaucracy
infrastructure
academic opposition
educator buy-in
retention/scaling.

Il problema delle fonti: la gran parte delle informazioni di origine africana, se scritte su en.wiki verrebbero immediatamente cancellate.
3 modelli per raggiungere gli studenti
il problema non è il cosa, ma il come. un modello è
raggiungere direttamente gli studenti con wikipediani,
il secondo standardizzare la formazione degli insegnanti. è entrare da insegnanti e allenare (close mentoring)
il terzo metodo, Teacher collaboration, è fare un passo indietro e rispondere solo alle domande.

Giovedì 19 luglioModifica

2 tracks leading and learning
usiamo il modello coorte (gruppo con medesime caratteristiche statistiche)
dati sette criteri si sono visti come criteri per decidere se essere nuovi /essperti organizzatori che sviluppano mete di coorte differenti
1) Capire il mavoro incontesto del movimento
2) Impararer i punti di ingresso per essere un orgnanizzatore

——

09:45-12:00 workshop
12:00-13:00 pranzo
13:00-16:30 sessions
16:30-17:30 conference
17:30-18:15 closing session

Edward = speaker
Programmi:
ieri qualcuno ha condiviso le proprie esperienze di successo
oggi occorre capire cosa si fa e non si fa; come implementare programmi in asia centrale NATAEV
Kelly Doyle: how to implement programs in academic context
Cominc as an outsider is a tough challenge. Do not give up: show your dedication. It takes time to get into acadeic spaces, especially as WIkipedia is seen as evil by academians
Service invovled:
Sosority students
Ggraduate students
Resident librarians for Diversity
Public history degree
What Works Well:
Making engagement easy and shared, then successes are shared!
Catering your apporache to the partner: no lecture, reintroducing to work with time constraints,
.... and asking: "what need or interest do I share with students? What can I provide the users? What can the user provide? What’s in it for the user?
Ehat doesn’t work so well
Wikimedia centric goals: do not work
Making engagement labor intensive
Questions?

Sam Oyelele (Jaimie Tubers)
Per un evento fotografico (come WikiLovesAfrica)
Se vuoi organizzare un evento pianifica le aree dove è più facile accedere
Prenditi una finestra adeguata (pianifica da un mese a tre mesi a seconda delle tue abilità di organizzazione).
Non sottostimere le comunicazioni locali
Trova un gruppo sufficientemente limitato per una camminata fotografica
Un piccolo stipendio per gli organizzatori locali può andare molto lontano.

Come si misura il successo: wikilovesafrica statistic tool, su paesi, registrazione di utenti dopo il concorso,

Olga dalla Bolivia
Come organizzare un editathon.
Provare molte maniere di lavoro, in molti su una sola voce o in molte voci in molti.
Trovare partners online.

Copyright status worldwide from the WikiMedia POVModifica

politici nella stanza: regione per regione condividiamo le nostre esperienze.

Abbiamo dimi in stanza così parliamo prima dell’EU:
xxxx from Brussels: la cosa va avanti da due anni, trovato tentativi di legge per adattare il copyright al 21º secolo. Uno delle prime impressioni, i partiti in gioco hanno fatto affidamento a chi ha gli avvocati più forti. Gli intermediari hanno lavorato molto con i social media. WM ha amici in Europa e la discussione è a Bruxelles ma avrà effetti in ogni stato. È importante in tutto il continente. Per dare un’idea: copyright limitations è limitata in ambito educativo. La FOP non sarà sostenuta; i legislatori vogliono che ci siano filtri che impediranno in qualche modo il free speech.

YYYY In europa si sta spingendo verso la automatic content detection, per lo più rispetto a terrorismo, violenza, preventivo; se poniamo questo nel contesto di Wikipedia dove se si vuole trattare o definire Jihad o violazione dei diritti umani, questa azione preventiva diventa pericolosa.

LiAnna può parlare di questo in due minuti; uno sviluppo grande nell’ultimo anno e mezzo è la protezione della (li/de)cenza, approvata nel 1996. Quest’ano è stato pasato l’emendamento Festa/Sesta sul sex traffic; la paura è che ci siano ulteriori emendamenti.

In India; Sunil Abraham Justice Khrisna committee ha emesso un foglio bianco, il prlbema è che il committeee ha iniziato una grossa battaglia per eliminiare la data protection, regolare i dati. nella sua attuale forma gli standard del GDPR sono molto simili ai nostri; la legislatura è al termine enon si sa se la cosa va avanti, Il cabinet sta attendendo senza alcuna protesta; performance WPPT; oarte dell’analisi dell’industria è che nel corso degli anni aumenteranno gli emendamenti, queste ricerche continueranno in Bangla rispetto alla elgalità, all’antitraffic bill, rispetto all’ammissibilità per cui un amministratore assuma compiti di arbitrato della legge.

L’organizzazione per cui lavoro è kop 0 si è unito al freedom forum, le politiche sugli opendata in Taiwan stanno rallentando, sei mesi fa c’è stato un meetup e la civi haccker community sta collaborando,

In Australia, una commissione propone la parallel importation fo books, Wikipedia approva molto; raccoglie 10000 firme per favorire; la raccomandation fu respinta grazie alle spinte contrarie della lobby deigli editori.

In Africa sicurezza e criminalizzazione sono spesso difficili da distinguere. La la protezione dei dati è allineata al GDPR in un modo top down, non si occupa degli attori locali. COme in Uganda stiamo facendo passi avanti. la riforma del copyright in sudafrica sta accadendo anche in nigeria e kenya; cerchiao di rendere corretta questa trnasizione per l’influsso che avrà in molti altri paesi. ka oarte differente è che stiamo cercando di riparare i lpreesistente, mentre in kenya stanno pensando di riscrivere tutto da capo. i problemi riguardano il fair use, il continenta free trade agreement avrà a ache afre con conoscenza e dati. First approach partito e l’evoluzione è rapida.

in america latina, in realtà abbiamo discussioni di legge sulla protezione di dati, che riguardano l a trasparenza, Una delle quesitoni è; quando si è trattato di shutdown è venuto il problema del NPOV fuori da Wikipedia (che è una scemenza). La wikipedia in spagnolo è usata sia in Europa che fuori Europa.

Belgio OER (ope education resources), Wikipedia è la risorsa più imoportnate ma ce ne sono altre; si è discussio sulla posizione dell Unesco rispetto a questo

Venerdì 20 luglioModifica

Gentle introduction to Wikidata
  • WIKIDATA:
    • editable central storage for
    • structured and linked data,
    • on a wiki,
    • under a free license.

Perché su un wiki? perché rende familiare ai wikipediani lavorarci

Perché CC0? perché alcuni paesi non hanno il concetto giuridico di PD; CC-BY non è pratica per le macchine che usino e diffondano i dati.

il central storage non è testo ma struttura e collegamento: In short: Wikidata is <3

I termini chiave: Statement = Item --> Property --> Value

  1. Item= qualunque argomento
  2. Property= uno specifico tipo di dito rilevante per un item (altezza di un monte, capitali per i paesi, genere per esseri umani)
  3. Value= il testo che definisce una property Un item è composto di statements, in cui delle properties contengono dei values

Un esempio di triple (atomi di informazione): Item --> Property --> Values

  • Earth --> highest point --> Mount Everest
  • Mount Everest --> elevation above sea level --> 8848 meters
  • Earth --> deepest point --> Challenger Deep
  • Challenger Deep --> elevation above sea level --> - 10,994±1 metre

Esempio di ID numerico

  • Q2 = Earth; Q--> Qitem... a story of iwkilove (the original Denny verandecic, in Haifa met another wikipedian at a beach party, Uzbek wikimedia Qamer Nisaw, and after a very productive love story, Q is the first letter of her name).

Perché i numeri?

  1. Quando diciamo London pensiamo a un ristorante di pollo a Hong Kong? Pensiamo a una città in Ontario, a un noto romanziere, un simpatico hotel?
  2. Poi... dobbiamo chiamare la città London? Ma noi la chiamiamo Londra, i romani Londinium ecc.
  3. Ma... chi non parla una parola di inglese come si orienta?
  4. I numeri sono da sempre robot-friendly

In caso di duplicati esiste un comando merge.


Workshop con le query

Article Placeholder è un interessante tool: è uno strumento che cercando un elemento mancante nella pagina di ricerca, spiega nella lingua del wiki i dati tratti da Wikidata.

https://query.wikidata.org/ chiudiamo il query helper. Il linguaggio standard è SPARQL, che è un linguaggio precedente Wikimedia. Se non conosciamo lcunché di SPARQL? Gli sviluppatori di Wikidata ci amano e vogliono che riusciamo: clicchiamo il bottone "esempio".

  1. Gatti! Alcuni gatti sono notevoli, abbiamo diverse voci su Pedia relative ai gatti: facciamo partire la query!

Qualcosa in SPARQL funziona come SQL, ma la parte delle condizioni no! SELECT indica di effettuare la selezione, ?items e ?itemLabel sono le intestazioni delle colonne nella tabella che riporterà i risultati

WHERE controlla cosa cercare; aggiungi parentesi grafffe che isolano il Where block Le condizioni di selezione sono entro le graffe: ?item wdt:P31 wd:Q146. indica "item-property-value"; è uno schema! ?item è la chiamata a una variabile (non sto cercando un particolare Qid, ma a tutti quelli alle mie condizioni) per specificare le proprietà che mi premono: wdt:P31 è "esempio di" e volgio che wd sia Q146 (coè il gatto domestico) i prefissi sono uno standard di SPARQL (wdt significa "wdt: menziona una proprietà"; "wd: menziona un item") SPARQL non traduce in linguaggio umano, bisogna spiegarsi in termini numerici: "things in South Africa" mi richiederà altri prefissi

Cerchiamo ora "gente dal Sudafrica": dobbiamo tradurre i nostri termini "squishy human" in termini "WIkidata": seleziona la proprietà "Nazionalità", voglio che siano "Umani", con proprietà "cittadinanza" Instance of human, "country of citizenship" south african Un esempio di persona nate a Mosca, morte a Parigi e parlanti tedesco.

  ?item wdt:P31 wd:Q5. # ricorrenza di "human" 
  ?item wdt:P27 wd:Q258. # paese di cittadinanza "Sud Africa"

Se si chiudono le richieste tra parentesi graffa e si inserisce la parola UNION si compie un "OR" e non un "AND" vedi l'uso dei comandi DISTINCT (impedisce doppioni) e del comando OPTIONAL